Lingua   

Verso le barricate del futuro

Gian Luigi Ago
Lingua: Italiano


Ti può interessare anche...

Canzone per Stefano
(Gian Luigi Ago)
La voce di Pasolini
(Gian Luigi Ago)
Ballata per Vanda
(Gian Luigi Ago)


gian luigi ago


Pur nel degrado antropologico in cui ci dibattiamo, la speranza che le nostre lotte per la pace e la libertà lascino un segno è sempre forte. Comunque qualcosa del nostro impegno resterà anche nelle future lotte per un mondo migliore.
Siamo l'algebrico ripetersi del tempo
confusi tra la noia e la pazzia,
irrisolte proiezioni di bisogni
che non sanno nutrirsi di poesia,

la parte oscura della fantasia,
volubili prodotti della mente,
le fatiscenti forme di un fluire
meccanico che prefigura il niente.

Siamo il preludio a un futuro inconsistente,
amiamo troppo ma in fondo troppo poco,
siamo iperboli alterate del carbonio,
dimentichiamo troppo spesso il gioco.

Siamo l’essenza della solitudine,
un labirinto di silenzi e mura,
l’immagine riflessa e capovolta
di una realtà che ormai ci fa paura.

Eppure ci sono ancora parole
nascoste dentro la nostra afasia,
parole che si accendon come fuochi
lungo i sentieri eterni di Utopia.

E questo tempo che ci lascia indietro
nei suoi piani inclinati e oltre ogni muro
ancora ha lotte e sogni e se li porta dietro
verso le barricate del futuro.

E un po’ dei nostri sogni se li porterà dietro
sopra le barricate del futuro.

inviata da Claudia - 29/8/2011 - 17:34



Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org