Lingua   

Roghi nell'oscurità dei Balcani

Nico e suoni e rumori popolari
Lingua: Italiano


Ti può interessare anche...

Miss Sarajevo
(Passengers)
Fildžan viška
(Zabranjeno Pušenje)


Corri forte ragazza vai
dentro la notte di Pristina
verso il vento via dal fumo
la frontiera forse aprirà

Solo vetri che tagliano i piedi
e case che bruciano mute
custodi della tua memoria
ora fuochi nell'oscurità

Quante mani che cercan le mani
e la testa sulle ginocchia
dentro i carri a seguire le luci
fin dove gli occhi posson sperare

Ma i tuoi occhi vedon speranza
foglie verdi tra le macerie
fiori di guerra che restano in piedi
fili d'erba che sfidano il vento

Dove il dolore può riposare
a un livello comune di pietà
e si distingue ancora la luna
dai roghi della tua identità

inviata da adriana - 15/7/2005 - 13:02



Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org