Lingua   

Madame Sitrì

Bobo Rondelli
Lingua: Italiano

Lista delle versioni e commenti


Ti può interessare anche...

Elle est facho
(Renaud)
Il cielo è di tutti
(Bobo Rondelli)
Non voglio crescere mai
(Bobo Rondelli)


[2009]
Album: Per amor del cielo

BoboRondelliPerAmor.200

MadamSitr
Sogna l'anima in pena di inabissarsi
in fondo agli occhi della sirena
verdi come l'assenzio
che la notte brilla sul mare nei porti
cantava quel marinaio che dalla mia terra
non volle salpare

Viaggio d'andata senza ritorno
bella Livorno, mi fermo qui
dentro a un bordello come à Paris

Soldati poveri cristi
vanno al calvario col fucile in mano
qualcuno dal paradiso
volle passare senza ammazzare

Viaggio d'andata senza ritorno
bella Livorno, mi fermo qui
verso l'inferno o al paradiso
come al bordello Madame Sitrì

inviata da CCG/AWS Staff - 13/6/2009 - 06:46




Lingua: Francese

Version française – Marco Valdo M.I. – 2009
MADAME SITRÌ

Il rêve l'âme en peine de s'abîmer
Au fond des yeux de la sirène
Verts comme l'absinthe
Quand la nuit brille sur la mer des ports
Chantait ce marin qui de ma terre
Ne veut pas lever l'ancre.

Voyage aller sans retour
Belle Livourne, je m'arrête ici
Dedans un bordel comme à Paris.

Des soldats pauvres types
Vont au calvaire le fusil à la main
Quelqu'un veut aller au paradis
Sans assassiner

Voyage aller sans retour
Belle Livourne, je reste là
Vers l'enfer ou le paradis
Comme au bordel de Madame Sitrì.

inviata da Marco Valdo M.I. - 17/6/2009 - 09:17


Secondo me è "come a Paris"...

Marco60 - 31/10/2019 - 08:12


@Marco60

Hai ragione e correggiamo. Grazie!

CCG/AWS Staff - 31/10/2019 - 09:37


Madame Sitrì era la tenutaria del bordello di alto bordo più IN di Livorno, il suo casino si trovava nell’odierno Hotel Giardino in Piazza Mazzini ed era meta di cadetti e alto borghesi suoi contemporanei, chiunque volesse “divertirsi con stile” doveva passare da lei.



A Livorno è rimasta un’icona di stile e oratoria: il suo motto ”Qui non si fa franella ma si tromba” è rimasto iconico.

Madame Sitrì


A lei si sono dedicati due artisti labronici: il primo fu il Maestro Natali, noto pittore livornese, che l’ha ritratta in un suo disegno del 1930; il secondo è il cantautore Bobo Rondelli, che le ha dedicato un canzone per la pace.

(tratto da Tuscany to Livorno)

B.B. - 1/11/2019 - 20:26




Lingua: Italiano

La strofa improvvisata ieri sera alla Flog da Bobo Rondelli durante una reunion con gli Ottavo Padiglione in occasione di una serata a sostegno di Mediterranea

trascritta a memoria, non sono sicuro degli ultimi due versi ma il senso era quello
Migranti poveri cristi
vanno al calvario nel Mediterraneo
mentre i fascisti
non li fanno passare

inviata da Lorenzo - 21/11/2019 - 09:12




Lingua: Francese

Chez Madame Sitrì,

Voici la version française de l’ajout 


Cordial

Marco Valdo M.I.
Les migrants, pauvres gens exilés,
En Méditerranée vivent un calvaire
Pendant que les fascistes sur terre
Ne les laissent pas passer.

inviata da Marco Valdo M.I. - 21/11/2019 - 16:25



Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org