Language   

We Care A Lot

Faith No More
Language: English

List of versions

Watch Video


Faith No More, We Care A Lot


More videos...


Related Songs

War Pigs
(Black Sabbath)
We Are The World
(USA For Africa)
Paths of Glory
(Faith No More)


[1985]
Album: We Care A Lot

faithomorebandfaithmore


Uscita prontamente nello stesso anno in occasione dell'omonimo, primo album dei Faith No More, questa canzone è una perfetta e puntuale "risposta", doverosamente e duramente sarcastica, contro i vari "Live Aid" che avevano prodotto il successone mondiale "benefico", We Are The World, detto familiarmente lo "Sbiancacoscienze". Anche un'efficace ed autentica canzone contro la guerra. [AWS/CCG Staff]
We care a lot about disasters, fires, floods and killer bees
We care a lot about the NASA shuttle falling in the sea
We care a lot about starvation and the food that Live Aid bought
We care a lot about disease, baby Rock, Hudson, rock, yeah!

We care a lot about the gamblers and the pushers and the geeks
We care a lot about the crack and smack and whack that hits the street
We care a lot about the welfare of all the boys and girls
We care a lot about you people cause we're out to save the world

YEAH!

And it's a dirty job but someone's gotta do it

We care a lot about the army navy air force and marines
We care a lot about the SF, NY and LAPD
We care a lot about you people, about your guns
about the wars you're fighting gee that looks like fun

We care a lot about the Garbage Pail Kids, they never lie
We care a lot about Transformers cause there's more than meets the eye
We care a lot about the little things, the bigger things we top
We care a lot about you people yeah you bet we care a lot,

YEAH!

Well, it's a dirty job but someone's gotta do it
And it's a dirty song but someone's gotta sing it

Contributed by Riccardo Venturi - 2008/6/2 - 01:05



Language: Italian

Versione italiana di Riccardo Venturi
2 giugno 2008
Si vedano le Note alla traduzione
CE NE FREGA MOLTO

Ce ne frega molto di disastri, incendi, alluvioni e api assassine
Ce ne frega molto dello shuttle della NASA che cade in mare
Ce ne frega molto della fame nel mondo e del cibo comprato dal Live Aid
Ce ne frega molto della malattia, di baby Rock, Hudson, Rock, yeah! *

Ce ne frega molto degli speculatori, dei pusher e dei depravati
Ce ne frega molto del crack del casino e delle botte per la strada
Ce ne frega molto del benessere di tutti i ragazzi e ragazze
Ce ne frega molto di voi, gente, perché siamo qui per salvare il mondo

YEAH!

Ed è uno sporco lavoro ma qualcuno deve pur farlo

Ce ne frega molto dell'esercito della marina dell'aviazione e dei marines
Ce ne frega molto di San Francisco, New York e del LAPD **
Ce ne frega molto di voi, gente, e delle vostre armi,
E delle guerre che state combattendo, eeeh! Sembrano ganze!

Ce ne frega molto degli Sgorbions ***, non dicono mai bugie
Ce ne frega molto dei Transformers perché c'è più di quanto appaia
Ce ne frega molto delle piccole cose, a quelle grandi siamo superiori
Ce ne frega molto di voi, gente, yeah, accidenti se ce ne frega

YEAH!

Beh, è uno sporco lavoro ma qualcuno deve pur farlo
E questa è una sporca canzone ma qualcuno deve pur cantarla
NOTE alla traduzione

* Il riferimento è qui al notissimo attore cinematografico Rock Hudson, la prima celebrità mondiale che, proprio nel 1985, ammise di essere malato di AIDS, e che ne morì il 2 ottobre del medesimo anno.

" Il nome di Rock Husdon è legato a un "caso" mediatico mondiale: egli è la prima celebrità internazionale ad ammettere pubblicamente di essere affetto da una malattia "nuova", fino a quel momento sottovalutata dai mass-media: l'Aids. È il "caso Rock Hudson", nel 1985, a portare alla coscienza degli Usa, dell'Europa e delle popolazioni di molti altri Paesi, l'esistenza di questa sindrome. Fino ad allora si pensava che fosse un destino riservato a pochi emarginati, e soprattutto una "prerogativa" del mondo omosessuale, mentre il caso Rock Hudson dimostra che non risparmia nessuno, neppure chi era ricco, famoso e (almeno apparentemente) eterosessuale.
L'ignoranza sulla malattia è dimostrata dall' "allarme contagio" che dopo la rivelazione di Hudson, è scoppiata sul set della serie televisiva Dynasty (1981-98). L'attore infatti aveva preso parte alla quarta stagione dello sceneggiato, ed in una scena aveva baciato sulla bocca l'attrice Linda Evans. La Evans venne sottoposta immediatamente a controllo medico, e risultò in perfette condizioni fisiche. Così si dimostrò l'infondatezza di tale ipotesi.
Come già detto Hudson non ha mai ammesso pubblicamente la propria omosessualità, nonostante fosse oggetto di pettegolezzi sin dai primi anni '80. (Quando il giornalista Boze Hadleigh gli aveva chiesto "Rock, pensi di essere nato gay?", l'attore sorrise e rispose, "Probabilmente. Ma solo dopo che sono uscito fuori dall'utero!", con un gioco di parole sul termine coming out, "uscir fuori", che si usa di solito per indicare la dichiarazione di omosessualità).
In una delle ultime conferenze stampa disse di ritenere di aver contratto l'Aids tramite una serie di trasfusioni di sangue resesi necessarie durante un intervento di by-pass. All'epoca dell'intervento, le donazioni di sangue non erano controllate, dato che il virus HIV era ancora sconosciuto.
Rock Hudson è stato quindi la prima celebrità internazionale a morire di una malattia correlata all'AIDS (nello specifico, cancro alle ghiandole linfatiche), il decorso della sua malattia fu seguito avidamente, e non senza qualche morbosità, dai mass media di tutto il mondo, e l'annuncio della sua morte all'età di 59 anni avrebbe portati definitivamente l'AIDS all'attenzione dell'opinione pubblica.
Dopo la morte di Hudson il suo compagno, Marc Christian, cita in giudizio gli eredi dell'attore chiedendo un assegno a titolo di alimenti, nonché di risarcimento per il fatto che l'attore gli aveva inizialmente tenuto nascosta la malattia, pur continuando ad avere rapporti sessuali con lui, e vince la causa."

Rock Hudson.
Rock Hudson.


** Sigla del Los Angeles Police Department, il dipartimento di polizia di Los Angeles noto per i suoi metodi brutali (specialmente nei confronti delle persone di colore). Vedere nominato il LAPD in questa canzone del 1985 non può che riportare ai successivi avvenimenti del 1992, quando il sanguinoso pestaggio da parte di quattro agenti del LAPD del tassista Rodney King (fatto avvenuto il 3 marzo 1991), seguito dall'assoluzione dei quattro poliziotti colpevoli, portò alla rivolta di Los Angeles, iniziata il 29 aprile 1992. Si ebbero 53 morti e oltre 2000 feriti.


Il pestaggio di Rodney King, 3 marzo 1991.


Immagine dalla rivolta di Los Angeles del 1992: negozi in fiamme.
Immagine dalla rivolta di Los Angeles del 1992: negozi in fiamme.


*** Sgorbions è una serie di figurine, dal carattere trash-demenziale, prodotta dalla Topps Company rilasciata la prima volta nel 1985 e nata come una pariodia dei Cabbage Patch Kids, una serie di bambolotti al tempo molto in voga negli stati uniti; il loro nome di lancio negli USA fu appunto Garbage Pail Kids (i ragazzi della banda della spazzatura).
Ogni figurina della serie rappresenta un bambino mostruosamente deforme o orribilmente mutilato illustrato nell'atto di compiere qualcosa di schifoso come vomitare, infilarsi le dita nel naso o sguazzare nel water; ogni personaggio è illustrato da una didascalia che riporta il nome del personaggio, nome che richiama, attraverso un gioco di parole, la sua caratteristica trash o mostruosa o demenziale. Nel retro delle figurine erano scritte altrettante cose goliardicamente disgustose e demenziali, quali premi e permessi speciali (ad esempio "permesso di essere porcello") o messaggi più o meno salaci da rifilare a qualcuno una volta staccato il fronte adesivo della figurina per incollarlo sull'album.
Negli stati uniti sono in vendita ancora adesso, sono arrivati ormai alla settima serie; esiste un sito apposito per la vendita on-line.

Gli Sgorbions (Garbage Pail Kids)
Gli Sgorbions (Garbage Pail Kids)

2008/6/2 - 16:41



Main Page

Please report any error in lyrics or commentaries to antiwarsongs@gmail.com

Note for non-Italian users: Sorry, though the interface of this website is translated into English, most commentaries and biographies are in Italian and/or in other languages like French, German, Spanish, Russian etc.




hosted by inventati.org