Language   

Luigi Capuana: A virrineḍḍa

GLI EXTRA DELLE CCG / AWS EXTRAS / LES EXTRAS DES CCG
Language: Sicilian

List of versions


Related Songs

Unu, du’ e tri
(Rosa Balistreri)
Kahden laulu
(Eero Ojanen)
Vann'Antò: L'urtima guerra
(GLI EXTRA DELLE CCG / AWS EXTRAS / LES EXTRAS DES CCG)


A virrineḍḍa
[1888]

Testo / Lyrics / Paroles / Sanat:
Luigi Capuana

Musica / Music / Musique / Sävel:
Domenico Miceli

Interpreti / Performed by / Interprétée par / Laulavat:
Rosa Balistreri

Album: Amuri Luntanu [1973]

canzsic


La poesia fu scritta da Luigi Capuana, pubblicata sotto pseudonimo. La sua importanza storica deriva dal fatto che fu tra le prime a segnare il risveglio della canzone siciliana nel 1888, pochi anni dopo la nascita della canzone napoletana, convenzionalmente fissata nel 1880. La rivista “La lince”così ne commentò il successo:

"Psiche, rivista settimanale di Palermo, nel suo numero 35, pubblica una bellissima canzone siciliana: ’Na virrinedda[...]. Essendo informata ad una melodia che ritrae a perfezione il carattere del nostro popolo, siamo sicuri che questa canzone diventerà presto popolarissima."

Del compositore , l’avvocato Domenico Miceli, autore di parecchie canzoni alla fine dell’Ottocento in Sicilia, sappiamo soltanto che adottò anche gli pseudonimi Attilio Boldi e Mario Fulvio.

Un piccolo capolavoro, un afflato di erotismo che contraddice almeno due stereotipi : la ruvidezza del maschio siciliano e il distacco emotivo dei maestri del verismo.
[Riccardo Gullotta]
Accattari vurria na virrineḍḍa
di notte la to porta spirtusari
vidiri gioia mia quantu sì beḍḍa
quannu ti spogli prima di curcari!

E temu ca tu fussi cussi beḍḍa
ca l'occhi nun m'avissiru a nurvari
lassa la porta misa a spaccazzeḍḍa
ca iu stanotti ti vegnu a truvari.

E na varcuzza banneri banneri
sta dia d'ammuri ni vinni a purtari
ridìanu tutti li cilesti speri
trimavanu li specchi di lu mari.

Binidittu lu Diu chi ti manteni
ca cussi bedda ti vosi furmari!
Spampinanu li sciuri unni ca veni
l'ariu tribulatu fa sirinari.

Avia li trizzi di na Mantalena
‘ntesta si miritava na curuna
‘nni la to casa nun ci sta lumera
lu lustru lu fai tu, stiḍḍa Diana.

Catina ca mi teni ‘ncatinatu
catina chi ‘ncatini l’arma mia
beni ti vogliu cchiù di lu me ciatu
accussì criu ca vo beni a mia.

Contributed by Riccardo Gullotta - 2021/1/16 - 00:01



Language: Italian

Traduzione italiana / Traduzzioni taliana / Italian translation / Traduction italienne / Italiankielinen käännös:
Riccardo Gullotta
LA VERRINA

Mi piacerebbe comprare una verrina [1]
per fare un buco di notte nella tua porta,
per vedere quanto sei bella, gioia mia,
quando ti spogli prima di coricarti.

E temo che tu sia talmente bella
che gli occhi mi si potrebbero accecare.
Lascia la porta socchiusa,
così stanotte verrò a farti visita.

E una barchetta con tante bandiere
questa dea dell’amore ci ha portato.
Sorridevano tutte le sfere celesti,
tremavano tutti gli specchi del mare.

Benedetto Iddio che ti tiene in vita,
che volle darti così bella forma!
Ovunque tu vai fioriscono i fiori
dai quiete alle pene.

Aveva le trecce di una Maddalena,
meritava di portare sul capo una corona.
Nella tua casa non c’è un lume,
la luce la emani tu, stella Diana.[2]

Catena che mi tieni incatenato,
catena che incateni la mia anima,
ti voglio bene più del mio respiro
e credo che così tu voglia bene a me.
[1] Si è omesso il diminutivo dato che la dimensione piccola è sottesa nell’italiano verrina. A malincuore, perché si perdono la freschezza e la delicatezza dell’immagine del testo originale. D’altra parte tradurre con “piccolo trapano” avrebbe sollecitato l’immagine di un atto ai limiti del codice penale o di una sala chirurgica.

[2] Si riferisce al pianeta Venere. Era rimasta ancora viva la locuzione medievale della Scuola siciliana, Ciullo d’Alcamo etc., recepita poi dal Dolce Stilnovo toscano. Diana non si riferisce alla dea ma a dies, mattino, quando il pianeta , allora considerato una stella, è particolarmente brillante , designato anche come Lucifero.
[RG]

Contributed by Riccardo Gullotta - 2021/1/16 - 00:07



Main Page

Please report any error in lyrics or commentaries to antiwarsongs@gmail.com

Note for non-Italian users: Sorry, though the interface of this website is translated into English, most commentaries and biographies are in Italian and/or in other languages like French, German, Spanish, Russian etc.




hosted by inventati.org