Language   

Soundcheck

Flavio Giurato
Language: Italian


Related Songs

Praga
(Flavio Giurato)
La Giulia bianca
(Flavio Giurato)
Storia di un’osteria
(Flavio Giurato)


[2017]
Parole e musica di Flavio Giurato
La canzone che apre "Le promesse del mondo"
Testo da Genius, verificato all'ascolto

Le promesse del mondo

"Soundcheck" è il brano che apre il disco e racconta la migrazione sia in entrata che in uscita dall'Italia di oggi ed è un incoraggiamento, sempre e comunque, a partire, ad andarsene da uno stato di cose che confina e concentra un'intera generazione nel lavoro precario e nei centri d'accoglienza. - ci ha raccontato Flavio Giurato a proposito del brano. Infatti il nuovo album "Le promesse del mondo" sarà un concept album sul fenomeno migratorio, sullo spostamento, sul viaggio e sul movimento degli esseri umani in tutto il mondo, raccontato dai fatti e non informato sui fatti, visto da numerosi lati e non da un unico angolo, tirato fuori a forza dalla carneria del migrante e del migrato, dello scafista e del caporale, del volontario e del militare, del medico e del cappellano, di chi accoglie e di chi raccoglie. Nel disco il fenomeno è preso a tutte le latitudini e longitudini ed in diverse epoche storiche, dall'antica Roma alla Seconda guerra mondiale, dai Balcani degli anni '90 fino al Messico e al Mediterraneo dei nostri giorni. (Rockit)


Per i miei gusti, e per quel che conta la mia opinione, quest'ultimo Giurato è troppo lungo, ostico, forse troppo compiaciuto della sua originalità, della sua diversità nel panorama della canzone d'autore italiana. Se devo essere sincero, lo trovo a tratti inascoltabile. Ho fatto fatica anche con questa "Soundcheck", che è una delle migliori del disco...
Vorrei portarti sui luoghi
Perché è sui luoghi
Che noi proiettiamo la nostra ombra
E non c’è niente di più concreto di più tangibile
Della nostra ombra
Perché vedete
"the river flows"
Che vuol dire "il fiume scorre"
"and where it goes"
"e dove va"
"nobody knows"
"nessuno lo sa"
"according to me"
Che è più forte di "secondo me"
Vuol dire "secondo quello che dico io"
"it flows to the sea"
"scorre fino al mare"

The river flows
And where it goes
Nobody knows
According to me
It flows to the sea

Il nostro canto è
Made in Italy
La nostra mission è
Cuori liberi
Se le canzoni in petto
Sono fragili
Al più presto insieme
Schiavi e liberi
The river flows
And where it goes
Nobody knows
According to me
It flows to the sea

Quando c’è il lampo dopo c’è il tuono
E questa si chiama la prova del suono
Quando c’è il lampo dopo c’è il tuono
E questa si chiama la prova del suono

Il nostro canto è
Made in Italy
La nostra mission è
Cuori liberi
Con le canzoni in petto
Immaginabili
Fa freddo il fiume scorre
Schiavi o liberi

Uè guagliò cantamm 'e core
Uè guagliò cantamm 'e core
Viva viva il temporale
Uè guagliò cantamm 'e core

Ma tu si ‘n omme 'e niente
Nu guapp 'e cartone
Ma tu si ‘n omme 'e niente
Nu guapp 'e cartone
E mo fuje fuje fuje fuje
Fuje fuje fuje fuje
Fuje fuje fuje fuje
Fuje fuje fuje fuje
Il nostro canto è
Made in Italy
La nostra mission è
Cuori liberi
Se le canzoni in petto
Sono fragili

Canto per te questo soundcheck
Canto per te questo soundcheck
Il fulmine brucia questa terra di nessuno
Parti, viaggia e lascia un vaffanculo
Il fulmine brucia questa terra di nessuno
Parti figlio e lascia un vaffanculo

Al centro di accoglienza alieni riconosciuto da Regione Lazio
Al centro di accoglienza alieni di Passoscuro
Tu quando non ci vedi chiaro
Parti figlio e lascia un vaffanculo

Uè guagliò cantamm 'e core
Uè guagliò cantamm 'e core
Nella valle stagionale
Uè guagliò cantamm 'e core

Ma tu si ‘n omme 'e niente
Nu guapp 'e cartone
Ma tu si ‘n omme 'e niente
Nu guapp 'e cartone
E mo fuje fuje fuje fuje
Fuje fuje fuje fuje
Fuje fuje fuje fuje
Fuje fuje fuje fuje
Il nostro canto è
Made in Italy
The river flows
And where it goes
Nobody knows
According to me
It flows to the sea

Quando c’è il lampo dopo c’è il tuono
State sicuri è la legge del suono
Quando c’è il lampo dopo fa suono
State sicuri è la legge del tuono
Fuje fuje fuje fuje
Fuje fuje fuje fuje
Fuje fuje fuje fuje
Fuje fuje fuje fuje

Uè guagliò cantamm 'e core
Uè guagliò cantamm 'e core
Sopra l’onda sinusale
Uè guagliò cantamm 'e core

Ma tu si ‘n omme 'e niente
Nu guapp 'e cartone
Tu sei predicatore, scafista e caporale
E canto per te questo soundcheck
Canto per te questo soundcheck

Il fulmine brucia questa terra di nessuno
Parti viaggia e lascia un vaffanculo
Il fulmine brucia questa terra di nessuno
Parti figlio e lascia un vaffanculo

Al centro di accoglienza alieni
Riconosciuto da Regione Lazio
Al centro di accoglienza alieni di Passoscuro
Tu quando non ci vedi chiaro
Parti figlio e lascia il tuo perdono

E un bacio un bacio grande a tutti
Con osservanza
Dal centro di accoglienza alieni
Di Tor Sapienza

The river flows
And where it goes
Nobody knows

Con le paure al guado
Inaffondabili
Con le paure al guado
Inaffondabili
E le canzoni in petto
Immaginabili
Sui nostri sogni ancora
Praticabili

E un bacio un bacio grande a tutti
Con osservanza
Dal centro di accoglienza alieni
Di Tor Sapienza

Contributed by Bernart Bartleby - 2020/11/28 - 22:58



Main Page

Please report any error in lyrics or commentaries to antiwarsongs@gmail.com

Note for non-Italian users: Sorry, though the interface of this website is translated into English, most commentaries and biographies are in Italian and/or in other languages like French, German, Spanish, Russian etc.




hosted by inventati.org