Language   

Language: English

List of versions


Related Songs

Me and a Gun
(Tori Amos)
Vanini
(Friedrich Hölderlin)
Preguntitas sobre Dios
(Atahualpa Yupanqui)


(1994)
Album: Under The Pink
Testo e musica di Tori Amos

Under The Pink


I am a minister’s daughter, for heaven’s sake! So, of course, I can see why some would regard sexual fantasies about Jesus Christ as unacceptable. But that’s part of what I’m saying in Icicle, when I tell of how I used to masturbate at home as a teenager, while my father and his fellow theologians were downstairs discussing the Divine Light. I was exploring the ‘divine light’ within myself. [laughs]

And anyone who sees that as ‘blasphemous’ can go to hell! Like I said to you before, that’s how women are paralysed, disconnected from their own power by religion. Talk about patriarchal power structures.

For centuries the Church has slammed a crucifix between a woman’s legs and even masturbation obviously is a way of dislodging that cross, of self-empowerment. And how dare anybody say that my honouring my woman-ness in that way, my relationship with my own body and my opening to this energy between my legs is a ‘sin against God’ is ‘blasphemous.’ That was my act of defiance, of asserting myself against the oppressive force of religion which has always made women deny their sexuality.

Tori Amos interview

Female Fantasy


Sono la figlia di un sacerdote, per l'amor del cielo! Quindi, ovviamente, capisco perché qualcuno potrebbe trovare inaccettabili delle fantasie sessuali su Gesù Cristo. Ma è parte di quello che dico in Icicle, quando racconto di quando da ragazzina mi masturbavo nella mia stanza, mentre al piano di sotto mio padre e i suoi colleghi teologi discutevano della Luce Divina. Io esploravo la 'luce divina' dentro di me. [ride]

E chiunque veda questa cosa come "blasfema" può tranquillamente andarsene all'inferno! Come ho detto prima, è in questo modo che la religione paralizza le donne, le disconnette dal loro stesso potere. Parliamo delle strutture di potere patriarcali.

Per secoli la Chiesa ha sbattuto un crocifisso tra le gambe delle donne e anche la masturbazione ovviamente è un modo di fare sloggiare quella croce, una forma di auto-valorizzazione. E come osa qualcuno sostenere che il mio onorare il mio essere donna in quel modo, la relazione con il mio proprio corpo e la mia apertura a questa energia tra le mie gambe sia un 'peccato contro Dio', sia 'blasfemo'.
Era il mio atto di ribellione, il mio modo di affermare me stessa contro la forza oppressiva della religione che ha sempre costretto le donne a rinnegare la loro sessualità.


immagine tratta dal film Female Fantasy di Alicia Hansen e Zara Kjellner
Icicle, icicle, where are you going?
Where are you going?
Icicle, icicle, where are you going?
I have a hiding place when Spring marches in [1]
Will you keep watch for me? I hear them calling

Gonna lay down
Gonna lay down

Greeting the monster in our Easter dresses
Father says, "Bow your head like the Good Book says"
Well, I think the Good Book is missing some pages

Gonna lay down
Gonna lay down

And when my hand touches myself
I can finally rest my head
And when they say, "Take of his body"
I think I'll take from mine instead [2]
Getting off, getting off
While they're all downstairs
Singing prayers, sing away
He's in my pumpkin pj's
Lay your book on my chest
Feel the word, feel the word
Feel the word, feel the word
Feel the word, feel it
I could have, I should have
I could have flown, you know?
I could have, I should have
I didn't, so...

Icicle, icicle, where are you going?
I have a hiding place when Spring marches in
Will you keep watch for me? I hear them calling

Gonna lay down
Gonna lay down
Lay down
I'm gonna lay down
Note da genius

[1] “Icicle” is a metaphor for her fingers. Her fingers are cold, but she has a way of warming them up: masturbating. The “place where spring marches in” is her vagina.

[2] “Take of his body” is a reference to the Eucharist.

Luke 22:19: “And he took bread, gave thanks and broke it, and gave it to them, saying, ‘This is my body given for you; do this in remembrance of me.’”

2020/10/23 - 15:02




Language: Italian

Traduzione italiana di Lorenzo Masetti
GHIACCIOLO

Ghiacciolo, ghiacciolo, dove stai andando?
Dove stai andando?
Ghiacciolo, ghiacciolo, dove stai andando?
Ho un nascondiglio quando la Primavera entra marciando
Veglierai su di me? Li sento chiamare

Mi sdraierò
mi sdraierò

Salutando il mostro nei nostri vestiti di Pasqua
Mio padre dice, "China la testa come dice il Libro Sacro"
Beh, io penso che al Libro Sacro manchi qualche pagina

Mi sdraierò
mi sdraierò

E quando la mano mi tocca
posso finalmente poggiare la testa
e quando loro dicono, "Prendete! Questo è il corpo di Cristo"
penso che invece prenderò dal mio corpo
sto venendo, vengo
mentre loro sono al piano di sotto
a cantare le loro preghiere, cantando lontani
Lui è nel mio pigiama arancione
Metti il tuo libro sul petto
Senti la parola, senti la parola
Senti la parola, senti la parola
Senti la parola, sentila
Avrei potuto, avrei dovuto
avrei potuto prendere il volo, lo sai?
Avrei potuto, avrei dovuto,
non l'ho fatto, allora...

Ghiacciolo, ghiacciolo, dove stai andando?
Ho un nascondiglio quando la Primavera entra marciando
Veglierai su di me? Li sento chiamare

Mi stenderò
Mi stenderò
stenderò
mi stenderò

2020/10/23 - 15:31




Language: Italian (Toscano Livornese)

Versione livornese psichedelica / Psychedelic Livornese version / Version livournaise psychédélique / Livornonkielinen psykedeelinen versio:
Anonimo Toscano del XXI Secolo, 23-10-2020 16:11
Diacciòlo

Diacciòlo, diacciòlo, uerariugòinghe?
Mandovài?
Diacciòlo, diacciòlo, me lo dici ndovài?
Dé ciò 'n imbiattatoio 'vando de Primavera ismarcinìn,
mi 'vardi le spalle?... li sento 'iamà...

Ora mi sdraio
Dé se mi sdraio

Saluto ar mostro vestiti da pasquadòvo
ir' mi babbo dice: “Mèttiti a buopillònzi 'ome dice la Bubbia”
però mi sa che la Bubbia uncià quarcheppàgina

Nzomma ora mi sdraio
Budèllo se mi sdraio

E quando sento sfruonà di mano
alla fine appoggiorcàpo
e quando dìano, Ircorpodigrìsto e pititì e patatà
àrtro 'e corpodigrìsto, io piglio dar mìo
e vengo godo sbròdolo
mentre loro stanno ar pianosòtto
accantà le su' preghiere 'sembra vèngano da Pisa
lui stà ner mi' pigiama rancione
mèttimi ir libro addosso
la senti la paròla, la paròla
madonnamerdaiola
dovevo, potevo
potevo mèttimi avvolà, uimmèna
potevo, dovevo,
però ulloffàtto, e allora?

Diacciòlo, diacciòlo, me lo dici ndovài?
Dé ciò 'n imbiattatoio 'vando de Primavera ismarcinìn,
mi 'vardi le spalle?... li sento 'iamà...

Ora mi sdraio
Dé semmisdràio
Mi sdraio
Aio! Oio! Irditodigrìsto!

Contributed by L'Anonimo Toscano del XXI secolo - 2020/10/23 - 16:11


Stando a YT si conferma la vecchia verità che, esistono le opere molto impopolari di artisti molto popolari ;-)

k - 2020/10/23 - 22:56



Main Page

Please report any error in lyrics or commentaries to antiwarsongs@gmail.com

Note for non-Italian users: Sorry, though the interface of this website is translated into English, most commentaries and biographies are in Italian and/or in other languages like French, German, Spanish, Russian etc.




hosted by inventati.org