Language   

Lacio Drom

Litfiba
Language: Italian


Related Songs

Il pazzo che ride
(Litfiba)
Roccu u Stortu
(Il Parto delle Nuvole Pesanti)
Dimmi dei Nazi
(Litfiba)


(1994)
dall'album "Spirito"

Una delle più belle canzoni dal secondo periodo dei Litfiba, nell'album della tetralogia degli elementi dedicato all'Aria, è un sincero omaggio alla cultura rom e al nomadismo.

Jacques Leonard - Gitanos a Barcelona



Lacio Drom in lingua romanes, cioè l’idioma del popolo Rom, significa Buon Viaggio. Il testo parla di un viaggio, ma un viaggio fantastico alla ricerca di un luogo utopico dove si può fare festa e bere del buon vino.

Certo, la festa evocata nel ritornello è quella di Santa Sara la Nera, santa non riconosciuta da nessuna Chiesa ma venerata dai gitani di Saintes-Maries-de-la-Mer, ma all'ascoltatore attento non sfuggiranno nel testo delle strofe dei segnali che spingono a pensare che in realtà questo mondo di festa e felicità non esista, e la vita del popolo rom sia invece segnata da sofferenze, venti, uragani, dalla porta della paura...

foto di Jacques Léonard
La strada dove finisce
senza piedi userò le mani mani
fino alla pista che non esiste
la cavalcherò sui venti e gli uragani

Regina di periferia
con gli occhi della rabbia e dell’arcobaleno
che non conoscono la destinazione
e che mi dicono buon viaggio Lacio Drom
uh ti porterò... uh ti prenderò

La strada che non ha strisce
sarà la rotta sotto questa luna
coi suoi problemi e coi suoi compromessi
e che ogni volta non ritrovi mai la stessa
uh ci porterà… uh zingara… uh ti porterò…

Ti porterò nei posti dove c’è del buon vino
e festa festa fino a mattina
Sirena con due occhi grandi come la fame
balla balla e poi lasciami qui
uh ih uh ih Lacio Drom

La strada che non finisce mai
senza piedi userò le mie mani
e tutta l’arte di un equilibrista
per trovare un altro mondo
per noi due, noi due

E faccia faccia con la porta della paura
senza lacci senza cintura
sirena con due occhi grandi come la fame
guarda guarda io sono quaggiù

Ti porterò nei posti dove c’è del buon vino
e festa festa fino a mattina
Sirena con due occhi grandi come la fame
balla balla e poi lasciami qui
Uh ih uh ih Lacio Drom

E festa festa, fai festa festa…
fai festa festa festa festa
nella tua testa
Uh ih uh ih
Lacio Drom

Contributed by Lorenzo - 2020/9/17 - 23:07



Main Page

Please report any error in lyrics or commentaries to antiwarsongs@gmail.com

Note for non-Italian users: Sorry, though the interface of this website is translated into English, most commentaries and biographies are in Italian and/or in other languages like French, German, Spanish, Russian etc.




hosted by inventati.org