Language   

Canción sin miedo

Vivir Quintana
Language: Spanish

List of versions


Related Songs

Non una di meno
(La Malamurga)
Brest, janvier 2002
(Claude Michel)


Canción sin miedo


Questa canzone è stata diffusa il 7 marzo 2020 sul canale youtube della cantautrice: nel video è accompagnata da El Palomar, un gruppo composto da decine di donne, e dalla cantante cilena Paz Court. Un testo potente, una musica che si riallaccia alla canzone popolare, un'interpretazione appassionata, dolente e rabbiosa, "Canción sin miedo" è diventata l'inno femminista contro i femminicidi, che si verificano quotidianamente in Messico e in tutto il mondo
Que tiemble el Estado, los cielos, las calles
Que tiemblen los jueces y los judiciales
Hoy a las mujeres nos quitan la calma
Nos sembraron miedo
Nos crecieron alas.

A cada minuto, de cada semana
Nos roban amigas, nos matan hermanas
Destrozan sus cuerpos, los desaparecen
No olvide sus nombres, por favor, señor Presidente.

Por todas las compas marchando en Reforma
Por todas las morras peleando en Sonora
Por las Comandantas luchando por Chiapas
Por todas las madres buscando en Tijuana
Cantamos sin miedo, pedimos justicia
Gritamos por cada desaparecida
Que resuene fuerte ¡Nos queremos vivas!
¡Que caiga con fuerza el feminicida!

Yo todo lo incendio, yo todo lo rompo
Si un día un algún fulano te apaga los ojos
Ya nada me calla, ya todo me sobra
¡Si tocan a una, respondemos todas!

Soy Claudia, soy Esther y soy Teresa
Soy Ingrid, soy Fabiola y soy Valeria
Soy la niña que subiste por la fuerza
Soy la madre que ahora llora por sus muertas
Y soy esta que te hará pagar las cuentas!

Por todas las compas marchando en Reforma
Por todas las morras peleando en Sonora
Por las comandantas luchando por Chiapas
Por todas las madres buscando en Tijuana
Cantamos sin miedo, pedimos justicia
Gritamos por cada desaparecida
Que resuene fuerte ¡Nos queremos vivas!
¡Que caiga con fuerza el feminicida!
¡Que caiga con fuerza el feminicida!

Y retiemble en sus centros la tierra
Al sororo rugir del amor
Y retiemble en sus centros la tierra
Al sororo rugir del amor [1]
[1] L'ultimo verso, "Y retiemble en sus centros las tierra al sororo rugir del amor", cita quasi letteralmente l'inno nazionale messicano: "y retiemble en sus centros la tierra
al sonoro rugir del cañón", con la significativa trasformazione del cannone in amore e, soprattutto, con l'introduzione dell'aggettivo "sororo" che allude alla sorellanza.

Contributed by Maria Cristina Costantini - 2020/4/15 - 01:54




Language: Italian

Versione italiana di Maria Cristina Costantini. Integrazioni e correzioni sono benvenute.
CANZONE SENZA PAURA

Tremi lo Stato, il cielo, le strade,
tremino i giudici e le corti,
a noi donne oggi tolgono la calma,
hanno seminato paura,
ci sono cresciute ali.

Ogni minuto, ogni settimana
ci rubano amiche, ci uccidono sorelle,
distruggono i loro corpi, li fanno sparire,
non dimentichi i loro nomi, per favore, signor Presidente.

Per tutte le compagne in marcia a Reforma,
per tutte le ragazze[1] che combattono a Sonora,
per le Comandanti che lottano per il Chiapas
per tutte le madri che cercano a Tijuana
cantiamo senza paura, chiediamo giustizia
gridiamo per ogni desaparecida,
che risuoni forte, ci vogliamo vive!
Cada con forza il femminicida!

Io brucio tutto, spacco tutto,
se un giorno un bastardo ti spegne gli occhi.
Niente mi farà tacere, ormai ne ho abbastanza,
se toccano una rispondiamo tutte!

Sono Claudia, sono Esther e sono Teresa
Sono Ingrid, sono Fabiola e sono Valeria,
sono la bambina che hai preso con la forza,
sono la madre che ora piange le sue figlie morte
e sono quella che te la farà pagare!

Per tutte le compagne in marcia a Reforma,
per tutte le ragazze che combattono a Sonora,
per le Comandanti che lottano per il Chiapas
per tutte le madri che cercano a Tijuana
cantiamo senza paura, chiediamo giustizia
gridiamo per ogni desaparecida,
che risuoni forte, ci vogliamo vive!
Cada con forza il femminicida!

E risuoni fin nelle viscere della terra
Il sororale ruggito dell’amore…
E risuoni fin nelle viscere della terra
Il sororale ruggito dell’amore…[2]
[1] "Morro" nella variante linguistica del Messico, vuol dire anche "bambino", "ragazzo"

[2] cita quasi letteralmente due versi dell'inno nazionale messicano "E risuoni fin nelle viscere della terra / il sonoro ruggito del cannone"

Contributed by Maria Cristina Costantini - 2020/4/17 - 02:21


Complimenti per la
traduzione!!!

Ruby Villarreal - 2020/11/25 - 07:58


E' una canzone ricca di pathos e cantata in modo sublime. Come Centro Studi America Latina di Firenze la apprezziamo in modo particolare, anche per il fatto che diversi nostri partecipanti sono latinoamericani. Cercheremo di riprodurla con un coro di Firenze e, spero, anche altrove.

BRUNO D'AVANZO - 2020/12/5 - 12:30


Traducción perfecta!

2020/12/18 - 10:06




Language: Italian

Testo riadattato in italiano dalla Malamurga

CANZONE SENZA PAURA

Che tremi lo stato,
La chiesa, le strade
Che tremino giudici e tribunali,
Ormai non è tempo di calma e pazienza
Contro quell'odio ... sarà resistenza

Ed ecco il racconto, di una vecchia storia
Una donna, un'amica, la chiaman puttana,
Distrutta una vita, scompare nel nulla
Ricorda il suo nome (por favor!) ... signor presidente

Insieme alle altre sorelle nel mondo
Per tutte quellə in rivoluzione
Diritto d'amare, diritto all'aborto
Diritti di scelta su vita e su corpo
Cantiamo con forza, chiediamo giustizia
Gridiamo per quellə che più non ci sono
Se toccano una, rispondiamo tuttə
Che suoni più alto "non una di lmeno"

Per Higui, Marielle, Elisa, Valentina ---
MariaPaola, Berta, Sara e Tiziana
Per le figlie che hai cresciuto con violenza

Per tutti gli altri nomi rimasti sommersi GIUSTIZIA GIUSTIZIA GIUSTIZIA
Cantiamo con forza, chiediamo giustizia,
Gridiamo per quellə che più non ci sono
Se toccano una rispondiamo tuttə
------Che suoni più alto “non una di meno”

Contributed by Dq82 - 2021/3/6 - 19:09


CHENA TIMIRE (Cancion sin miedo - Sardigna) con sottotitoli

thumb

CHENA TIMIRE ( cancion sin miedo - Sardigna )

CHENA TIMIRE, adattamento in Sardo del brano Cancion sin miedo della cantautrice messicana Vivir Quintana, vero inno internazionale di lotta culturale al fem...


“CHENA TIMIRE, adattamento in Sardo del brano Cancion sin miedo della cantautrice messicana Vivir Quintana, vero inno internazionale di lotta culturale al femminicidio.
“Nos ponent tramentu, nos creschent sas alas!” “Più ci mettono paura, più ci crescono le ali!”
Questo il senso del brano che inneggia al coraggio e alla sorellanza femminile nella lotta al femminicidio e alla violenza di genere. Nel contesto della materia Arte e Immagine si è costituito un informale collettivo scolastico, 18 CADDHOS RUJOS, che fa capo alla classe III F della scuola media G.Deledda di Ozieri, coordinata dai professori Alessandro Carta e Maria Paola Maieli. Per buona parte del secondo quadrimestre si è lavorato a questo progetto sia dal punto di vista artistico-comunicativo, costituendo una sorta di troupe con lo studio di un logo, costruendo una traduzione in Sardo, una sceneggiatura condivisa, un arrangiamento musicale e un ufficio stampa per proiettarne la comunicazione all'esterno; sia dal punto di vista storico sociale, ricostruendo i casi di femminicidio e di violenza di genere che hanno coinvolto il territorio sardo e analizzando la condizione femminile in Italia dal ventennio fascista fino ai giorni nostri. Osservando l’evoluzione dei diritti delle donne ci siamo domandati in quale modo questi debbano essere tutelati e difesi, e perchè ancora oggi molte altre fondamentali conquiste civili non siano state ancora raggiunte. Partendo dal tema del femminicidio in Sardegna, si è osservato come questo fenomeno sia diffuso a macchia d’olio in tutte le culture moderne.
In Messico la cantautrice Vivir Quintana ha realizzato una canzone contro la violenza che opprime le donne del suo paese. Questo brano, “Canciòn sin miedo”, è diventato un inno contro la piaga dei femminicidi e viene cantato in tutto il mondo durante le manifestazioni di protesta e di sensibilizzazione.
Abbiamo tradotto in Sardo la canzone di Vivir Quintana e l’abbiamo riadattata alla realtà sarda realizzando il videoclip di CHENA TIMIRE, canzone in limba che si rivolge alle donne e agli uomini della Sardegna per contribuire al dibattito sull’argomento e per ricordare alcune delle donne vittime di femminicidio in Sardegna. Il testo grida i nomi di Romina Meloni (nostra compianta compaesana), Zdenka Krejcikova, Speranza Ponti, Susanna Mallus, Michela Fiori, e ricorda anche i movimenti di lotta femminile che hanno combattuto in Sardegna per la libertà, per i propri diritti e per la salute dei loro cari.
Questo lavoro non è stato concepito per rimanere all’interno di un’aula scolastica, bensì per proiettare il suo messaggio sul territorio e per denunciare le continue e infami violenze che ci circondano e che non hanno fine.
Con la forza della nostra giovinezza, e con Vivir Quintana, cantiamo e urliamo chiaramente che vogliamo giustizia, che le istituzioni e le strade devono tremare perché non abbiamo più paura e perché le donne le vogliamo vive.
Saludos dae Chilivani Sos 18 CADDHOS RUJOS de sa III F de Otieri”

Maria Cristina - 2021/7/2 - 23:45



Main Page

Please report any error in lyrics or commentaries to antiwarsongs@gmail.com

Note for non-Italian users: Sorry, though the interface of this website is translated into English, most commentaries and biographies are in Italian and/or in other languages like French, German, Spanish, Russian etc.




hosted by inventati.org