Language   

Cumari

Matilde Politi
Language: Sicilian


Related Songs

Versi per la libertà
(Pippo Pollina)
Matri i l'emigranti
(Matilde Politi)
Nustalgia (Nostalgia di Ribera)
(Rosa Balistreri)


2008
“Si eseguono riparazioni dell'anima"
Testo di Valeria Cimò
Musica di Matilde Politi
in: Matilde Politi
Arcimiccica
anima

Consiglio il prezioso contributo di Salvatore Esposito:

Matilde Politi, la tradizione musicale siciliana tra canti di lavoro e canti di passione

Flavio Poltronieri
Si fussi masculu ti dassi lu celu
piccchì la tò vuci arrivau dda' ncapu
puru si dura ti parsi la strata
cu' pani arti e scarsa munita

Si fussi megghiu cantassi cu ttia
picchì si fimmina comu a mia
stindissi i tò nerbi comu linzola
p'un fari scurdariti ca' parola,
avi la forza di centu guerriera
di centu guerrera e di na' cumannera
ca s'iddu voli ti parra 'nzuccarata
pirchì di zuccaru avi a' taliata

Si fussi tò figghiu ti durmissi 'npettu
picchì vulissi pì primu lu postu
dunni u' silenziu addiventa canzuni
cu pani arti e sempri l'amuri

Si fussi megghiu cantassi cu tia
pirchì si fimmina comu a' mia
p'arricurdarinni ca pi vulari
amu a 'mparari a cusirinni l'ali,
c'hannu la forza di centu mutuar
di centu mutura e na' fimmina sula
chi s'iddu voli fa u' giru ddi munnu
picchì vula avutu comu talia 'nfunnu

Si fussi to patri ti dessi carizia
picchì di cuntentu avissi la forza
pi li pinseri prisenti e futuri
cu pani arti e la rivoluziuni

Si fussi megghiu cantassi cu ttia
picchì si fimmina comu a' mia
pi' cririri ca 'nsemmula semu cchiù forti
picchì li cosi nun su' sempri torti
c'avemu lu ciatu forti da' danza
di danza antica comu la pacenza
ca s'iddu voli ti cancia lu versu
accussi lu cantu e nun finisci persu

Contributed by Flavio Poltronieri - 2019/10/29 - 08:34



Language: Italian

Traduzione italiana
Se fossi maschio ti darei il cielo
perché la tua voce è arrivata là sopra
anche se la strada ti è sembrata dura
con pane arte e scarsa moneta

Se fossi migliore canterei con te
perché sei femmina come me
stenderei i tuoi nervi come lenzuola
per non farti scordare che la parola
ha la forza di cento guerrieri
di cento guerrieri e di una comandante
che se vuole ti parla dolcemente
perché di zucchero ha lo sguardo

Se fossi tuo figlio ti dormirei in petto
perché per primo vorrei il posto
dove il silenzio diventa canto
con pane arte e sempre l’amore

Se fossi migliore canterei con te
perché sei femmina come me
per ricordarci che per volare
dobbiamo imparare a cucirci le ali
che hanno la forza di cento motori
di cento motori e una donna sola
che se vuole fa il giro del mondo
perché vola alto come guarda in fondo

Se fossi tuo padre ti darei una carezza
perché di gioia avesse la forza
per i pensieri presenti e futuri
con pane arte e la rivoluzione

Se fossi migliore canterei con te
perché sei femmina come me
per credere che insieme siamo più forti
perché le cose non sono sempre contorte
abbiamo il respiro forte della danza
di danza antica come la pazienza
che se vuole ti cambia il verso
così lo canto e non va perso

2019/10/29 - 08:51



Main Page

Please report any error in lyrics or commentaries to antiwarsongs@gmail.com

Note for non-Italian users: Sorry, though the interface of this website is translated into English, most commentaries and biographies are in Italian and/or in other languages like French, German, Spanish, Russian etc.




hosted by inventati.org