Language   

Language: Italian

List of versions


Related Songs

Management del dolore post-operatorio: Signor Poliziotto
(GLI EXTRA DELLE CCG / AWS EXTRAS / LES EXTRAS DES CCG)
Marilyn Monroe
(Management del dolore post-operatorio)


(2012)
Album Auff!!
Auff

La traccia fluisce facilmente in “Macedonia”, che è la più dura sia in merito al testo che alla parte sonora, e accusa i potenti di finanziare e dare importanza a questioni scientifiche o belliche (e non solo) inutili in tempo di crisi economica e sociale per far finta di fare qualcosa e per distogliere l’attenzione del popolo dai veri problemi. Ciò viene fatto con riferimenti chiari e diretti a situazioni crude come un bambino che muore di fame o uno che ha perso le gambe a causa della guerra.

(dalla recensione dal blog "L'Arte e la Filosofia")

Macedonia è un pezzo graffiante ed incalzante. le guerre non sono mai servite, ma evidentemente il grido no-war non è mai bastato a fermare l'ignoranza degli eserciti. pensate che riusciremo mai a battere le frontiere della pace e della libertà combattendo con la musica?

Con la musica no. già ci hanno provato in tanti ed erano anche più bravi di noi.
Io credo che il concetto di prima, dell’uomo inadatto a questo tipo di mondo forse un giorno riuscirà a fermare le guerre. La guerra è un modo di cercare potere, possesso, spazio per fare delle cose, per il mercato della guerra, per i soldi, per l’industria della guerra. quando tutto questo sarà assolutamente non necessario, perché l’uomo non si preoccuperà più di queste cose, ci saranno dei robot che lavoreranno per noi e noi faremo solo all’amore dalla mattina alla sera.
Non ci sarà proprio bisogno nell’impeto umano di fare la guerra, salvo qualche pazzo... non ci sarà più bisogno della guerra, perché non ci servirà più conquistare uno spazio, perché in realtà non avremo niente da investire in quello spazio.
Investiremo solo nelle emozioni e tutti ci avvicineremo un po’ di più, probabilmente...

Il Capitano Cook intervista il Management del dolore post-operatorio
Che cosa me ne frega di com'è nata la terra
Se poi la ricoprono solo di guerra?
L'infinitamente piccolo, infinitamente grande
Questioni del cazzo c'è gente in mutande
Miliardi di euro, per una domanda
Ci avrebbe mangiato tutto il Rwanda
Scienziati a Ginevra,
scienziati a Mosca
Tutti a lavoro
Per quale risposta?

La mia vendetta contro chi?
La tua vendetta contro chi?
La mia vendetta contro chi?
La tua vendetta contro chi?

Cercar di capire chi è stato a creare
Un bimbo piange non ha da mangiare
Chiedendo alla madre un pezzo pane
Si piega ed urla "ho troppa fame"
Forse muore
Non ha mangiato
Il perché chiedilo a qualche scienziato
Forse muore
Non ha mangiato
Il perché chiedilo a qualche scienziato

La mia vendetta contro chi?
La tua vendetta contro chi?
La mia vendetta contro chi?
La tua vendetta contro chi?

Bella la guerra
Un colpo e tutti giù per terra
Una bomba su quel paese
Le case per aria le teste comprese
E per la gioia dei militari
Milioni di lapidi tutte uguali
Ricordo una delle immagini più belle
Un bambino senza gambe sulla sedia a rotelle

Niente di nuovo, compagno vecchio
Basta che l'uomo
Si guardi allo specchio
Ed io mi guardo e mi sento soltanto un pidocchio
Felice e contento mi sputo in un occhio

Le mutande mettetevele sopra la coscienza!
Le mutande mettetevele sopra la coscienza!

2018/11/19 - 22:27


Bravi questi del Management del dolore post-operatorio però perché se la prendono con gli scienziati di Ginevra??

Webmaster ex CERN - 2018/11/19 - 23:33



Main Page

Please report any error in lyrics or commentaries to antiwarsongs@gmail.com

Note for non-Italian users: Sorry, though the interface of this website is translated into English, most commentaries and biographies are in Italian and/or in other languages like French, German, Spanish, Russian etc.




hosted by inventati.org