Language   

Cathedral

Crosby, Stills & Nash
Language: English

List of versions


Related Songs

War Games
(Crosby, Stills & Nash)
Je ne te salue pas
(Allain Leprest)
Daylight Again
(Crosby, Stills & Nash)


(1977)

Parole e musica di Graham Nash
dall'album CSN

Racconta Graham Nash a proposito della canzone (riprendo questa intervista da 4waysite):

Erano i primi anni '70, ci siamo svegliati alle 6:00 del mattino e siamo partiti su qeusta vecchia Rolls-Royce che avevamo noleggiato per la giornata. Siamo passati da questo spacciatore a Londra e abbiamo preso dell'acido poi siamo andati verso Richmond Park con l'idea di finire a Stonehenge e in questo modo siamo passati da Winchester. Eravamo con Leo Makota (l'ex road manager di CSNY) e un altro amico.

Winchester Cathedral


E l'esperienza che ho avuto nella Winchester Cathedral è stata probabilmente il mio viaggio sotto acido migliore che abbia mai avuto - non ne ho fatti così tanti, forse una ventina. Era uno spazio spettacolare, la luce che entrava dalle finestre, i pilastri che diventavano bianco avorio. Stavo camminando lungo la navata, c'erano delle tombe sul pavimento e una di queste ha catturato la mia attenzione e le gambe hanno cominciato a vibrare, non a tremare, ma solo a vibrare come una bacchetta da rabdomante - era veramente strano. Ho guardato in basso e questo soldato era morto il 2 di febbraio, il giorno del mio compleanno, penso che la vera data fosse il 1798 ma la cambiai in 1799 per la rima. Ed era intrigante il fatto che fossi stato attratto da una cosa che non avrei vista se avessi tenuto gli occhi ad un metro e mezzo da terra...."


Grave


In realtà, come si vede nella foto, la licenza poetica non era necessaria perché il soldato era veramente morto il 2 febbraio 1799 all'età di 26 anni.

Nash impiegò diversi anni a scrivere la canzone, prima scrisse un pezzo strumentale che rappresentava la sensazione di cosa aveva provato. Ma passarono molti anni prima di scrivere le parole che raccontassero cosa aveva significato per lui questa esperienza. Ne venne fuori una bellissima canzone sicuramente contro la guerra e in particolare contro i potenti che utilizzano la religione per mandare i giovani soldati a morire.
Six o’ clock
In the morning, I feel pretty good
So I dropped into the luxury of the Lords
Fighting dragons and crossing swords
With the people against the hordes
Who came to conquer.

Seven o’clock
In the morning, here it comes
I taste the warning and I am so amazed
I’m here today, seeing things so clear this way
In the car and on my way
To Stonehenge.

I’m flying in Winchester cathedral
Sunlight pouring through the break of day.
Stumbled through the door and into the chamber;
There’s a lady setting flowers on a table covered lace
And a cleaner in the distance finds a cobweb on a face
And a feeling deep inside of me tells me
This can’t be the place

I’m flying in Winchester cathedral.
All religion has to have its day
Expressions on the face of the Saviour
Made me say
I can’t stay.

Open up the gates of the church and let me out of here!
Too many people have lied in the name of Christ
For anyone to heed the call.
So many people have died in the name of Christ
That I can’t believe it all.

And now I’m standing on the grave of a soldier that died in 1799
And the day he died it was a birthday
And I noticed it was mine.
And my head didn’t know just who I was
And I went spinning back in time.
And I am high upon the altar
High upon the altar, high.

I’m flying in Winchester cathedral,
It’s hard enough to drink the wine.
The air inside just hangs in delusion,
But given time,
I’ll be fine.

2016/6/18 - 22:17



Language: Italian

Versione italiana di Enrico

Gran bel brano e gran bella musica. E' certamente una canzone contro la guerra, oltre che contro la religione intesa come esercizio del potere.
CATTEDRALE

Sei in punto
del mattino, mi sento abbastanza bene,
così mi sono lasciato cadere nel lusso dei Lords,
combattere i draghi e incrociare le spade
con il popolo, contro le orde
che vennero per conquistare.

Sette in punto
del mattino, ecco che arriva,
mi gusto il preavviso e sono così stupito
di essere qui oggi, a vedere le cose in questo modo così chiaro
in auto e per la mia strada
verso Stonehenge.

Sto volando nella cattedrale di Winchester,
mentre la luce del sole si riversa attraverso il giorno che nasce.
Inciampato attraverso la porta e entrato in chiesa,
c'è una signora che aggiusta i fiori su un tavolo coperto di pizzo
e lontano un addetto alle pulizie trova una ragnatela sul viso di una statua...
E un sentimento profondo dentro di me mi dice
che questo non può essere il posto giusto.

Sto volando nella cattedrale di Winchester...
Tutte le religioni devono avere il loro periodo di gloria…
Le espressioni sul viso del Salvatore
mi hanno fatto dire:
“non posso restare”.

Aprite le porte della chiesa e fatemi uscire di qui!
Troppe persone hanno mentito nel nome di Cristo
affinché chiunque ubbidisse alla chiamata!
Così tante persone sono morte nel nome di Cristo,
che non ci posso credere!

E ora sto in piedi sulla tomba di un soldato che è morto nel 1799,
e il giorno della sua morte è stato un compleanno,
e ho notato che è il mio.
E la mia testa non sapeva più chi ero…
E sono tornato indietro nel tempo…
E sono in alto, sopra altare…
In alto, sopra l’altare, in alto…

Sto volando nella cattedrale di Winchester,
E' abbastanza difficile bere il vino…
L'aria all'interno è semplicemente sospesa nel delirio,
ma, col tempo,
starò bene.

Contributed by Enrico - 2016/6/19 - 00:12


E' un particolare trascurabile e ho dimenticato di scriverlo: Nash non accenna esplicitamente ad una statua quando cita l'addetto alle pulizie che trova la ragnatela: potrebbe benissimo trattarsi di un quadro, un affresco, un bassorilievo... Io non sono mai stato a visitare quella cattedrale, per cui non saprei dire. Vero è che in quel momento Nash non era troppo lucido e forse l'accenno è addirittura un'invenzione...

Enrico - 2016/6/19 - 16:11



Main Page

Please report any error in lyrics or commentaries to antiwarsongs@gmail.com

Note for non-Italian users: Sorry, though the interface of this website is translated into English, most commentaries and biographies are in Italian and/or in other languages like French, German, Spanish, Russian etc.




hosted by inventati.org