Language   

The Smiths: The Queen Is Dead

GLI EXTRA DELLE CCG / AWS EXTRAS / LES EXTRAS DES CCG
Language: English

List of versions



Title track del capolavoro degli Smiths pubblicato il 16 giugno 1986
The Queen is Dead

Parole di Morrissey
Musica di Johnny Marr

Nel 1976 i Sex Pistols avevano sferrato un attacco diretto alla monarchia inglese, definita senza mezzi termini (in God Save The Queen) un regime fascista. Dieci anni dopo gli Smiths scelgono invece l'arma dell'ironia per cantare il de profundis dell'Impero Britannico. Sono passati esattamente trent'anni ma the queen (che ha recentemente compiuto novant'anni) è viva e vegeta e ha stabilito il record del più lungo regno di un monarca britannico superando addirittura la Regina Vittoria...

The Queen is Dead
The Queen is Dead si apre con una citazione di "Take Me Back to Dear Old Blighty", canzonetta della prima guerra mondiale segnata dalla nostalgia per la madrepatria inglese. Poi arrivano le chitarre e la voce di Morrissey e la musica cambia. Morrissey fa irruzione dentro Buckingham Palace armato di una spugna e di una chiave arrugginita (la falla della sicurezza non è così improbabile, dato che qualche anno prima della pubblicazione dell'album un certo Michael Fagan riuscì a entrare nella camera da letto di sua bassezza e parlarle per dieci minuti buoni, prima che qualcuno desse l'allarme...). Sua Bassezza Reale si ritrova così faccia a faccia con un eccentrico cantante post-punk, visceralmente antimonarchico, che addirittura si vergogna come un ladro quando scopre di essere un lontano discendente di qualche vecchia regina, o roba del genere.

I versi più famosi della canzone sono un tipico e vecchissimo esempio di humour inglese. Sua Bassezza riconosce il giovane rocker e gli dice "Ehi, ma io ti conosco, tu sei quello che non sa cantare!", e lui, "Questo è niente, dovrebbe sentirmi suonare il piano!".

Quindi i due, come nel poemetto The Walrus and the Carpenter di Lewis Carrol vanno a "parlare di cose raffinate" ma per questa conversazione con Sua Bassezza Reale Morrissey sceglie un posto che sia "tranquillo e asciutto" (tutto il contrario dell'Inghilterra insomma). Il cantante parla di cose serie: amore, legge, povertà. Ma la regina si sa solo lamentare della pioggia che le rovina la pettinatura (ma non era un luogo "tranquillo e asciutto"?).

Così la conversazione non può che degenerare, infatti - dopo aver demolito due fondamenta della società inglese, il pub e la Chiesa - l'intruso si trasforma in un regicida (Gaetano Brexit ?) ed è così che... la regina è morta, ragazzi.

Riascoltandola trent'anni dopo, mentre la Gran Bretagna è sotto gli occhi del mondo in attesa del referendum sull'uscita dall'Unione Europea e per l'assassinio della deputata laburista Jo Cox per mano di un neo-nazista anti-europeo, non si può fare a meno di pensare a come il Regno Unito non sia ancora riuscito a liberarsi da anacronistiche case reali e da politici conservatori e populisti.
Oh! Take me back to dear old Blighty,
Put me on the train for London Town,
Take me anywhere,
Drop me anywhere,
Liverpool, Leeds or Birmingham
'Cause I don't care,
I should like to see my...

By land, by sea..

Farewell... to this land's cheerless marshes
Hemmed in like a boar between arches
Her very Lowness with her head in a sling
I'm truely sorry but it sounds like a wonderful thing
"I say, Charles, don't you ever crave
To appear on the front of the Daily Mail
Dressed in your Mother's bridal veil?"

And so I checked all the registered historical facts
And I was shocked into shame to discover
How I'm the 18th pale descendent
Of some old queen or other
Oh has the world changed or have I changed?
Oh has the world changed or have I changed?

As some 9-year old tough who peddles drugs
(I swear to God, I swear)
I never even knew what drugs were
So I broke into the Palace
With a sponge and a rusty spanner

She said: "Eh, I know and you cannot sing!"
I said: "That's nothing, you should hear me play piano!"
We can go for a walk where it's quiet and dry
And talk about precious things
But when you're tied to your Mother's apron
No one talks about castration

We can go for a walk where it's quiet and dry
And talk about precious things
Like Love and Law and Poverty
There are the things that kill me
We can go for a walk where it's quiet and dry
And talk about precious things
But the rain that flattens my hair
These are the things that kill me

All their life, they make love and then pierce through me

Pass the Pub who saps your body
And the church who'll snatch your money
The Queen is dead, boys
And it's so lonely on a limb

Pass the Pub that wrecks your body
And the church - all they want is your money
The Queen is dead, boys
And it's so lonely on a limb

Life is very long when you're lonely
Life is very long when you're lonely
Life is very long when you're lonely
Life is very long when you're lonely

Contributed by Lorenzo Masetti - 2016/6/16 - 19:15



Language: Italian

Versione italiana di David La Monaca

The Smiths


recuperata grazie al Web Archive dal sito World of Morrissey che non è purtroppo più disponibile.
LA REGINA È MORTA

Oh! Riportami nella vecchia cara Inghilterra
Mettimi sul treno per London Town
Portami ovunque
Lasciami ovunque
Liverpool, Leeds o Birmingham
Non m'importa,
mi piacerebbe vedere il mio...

Per terra e per mare...

Addio... alle squallide paludi di questo paese
Accerchiato come un cinghiale fra arcate
Sua Bassezza assoluta con la testa fasciata
Sono davvero spiacente - ma è una meraviglia!
"Ehi, Carlo, non senti mai il desiderio
Di apparire sulla prima pagina del Daily Mail
Vestito del velo nuziale di tua Madre?"

E così ho controllato tutti i fatti storici d'archivio
E sono rimasto scioccato dalla vergogna di scoprire
Come io sia il diciottesimo lontano discendente
Di qualche vecchia regina o roba del genere
Oh è cambiato il mondo o sono cambiato io?
Oh è cambiato il mondo o sono cambiato io?

Mentre qualche ragazzaccio di nove anni spaccia droga
(Io lo giuro davanti a Dio, lo giuro)
Non ho mai saputo nemmeno cosa fosse la droga
E poi ho fatto irruzione nel Palazzo
Con una spugna ed una chiave arrugginita

Lei ha detto: "Ehi, ma io ti conosco, tu sei quello che non sa cantare!"
Ed io: "Questo è niente, dovrebbe sentirmi suonare il piano!"
Possiamo andare a passeggiare dov'è tranquillo ed asciutto
E parlare di cose raffinate
Ma quando stai attaccato alla gonna di tua Madre
Nessuno parla di castrazione

Possiamo andare a passeggiare dov'è tranquillo ed asciutto
E parlare di cose raffinate
Come amore, legge e miseria
Sono queste le cose che mi uccidono
Possiamo andare a passeggiare dov'è tranquillo ed asciutto
E parlare di cose raffinate
Fuorché della pioggia che mi appiattisce i capelli
Sono queste le cose che mi uccidono

Per tutta la vita, loro fanno l'amore e mi straziano

Lasciate stare il Pub che vi fiacca il corpo
E la chiesa che arrafferà i vostri soldi
La Regina è morta, ragazzi
Ed è così triste da un lato

Lasciate stare il Pub che vi rovina il corpo
E la chiesa - tutto ciò che vogliono è il vostro denaro
La Regina è morta, ragazzi
Ed è così triste da un lato

La vita è molto lunga quando si è soli
La vita è molto lunga quando si è soli
La vita è molto lunga quando si è soli
La vita è molto lunga quando si è soli

2016/6/16 - 19:16



Main Page

Please report any error in lyrics or commentaries to antiwarsongs@gmail.com

Note for non-Italian users: Sorry, though the interface of this website is translated into English, most commentaries and biographies are in Italian and/or in other languages like French, German, Spanish, Russian etc.




hosted by inventati.org