Language   

Swing Dat Hammer

Harry Belafonte
Language: English


Related Songs

Martin Luther King
(Harry Belafonte)
CapaRezza: Prisoner 709
(GLI EXTRA DELLE CCG / AWS EXTRAS / LES EXTRAS DES CCG)
Cérebro eletrônico
(Gilberto Gil)


‎[19??]‎
Una canzone di prigionia di autore anonimo riproposta da Harry Belafonte & The Belafonte Folk ‎Singers nel disco che da questa traccia prende il titolo, pubblicato nel 1960 ed interamente dedicato ‎ai canti nati nelle “chain gang”, nelle squadre di detenuti incatenati tra di loro, in grandissima ‎maggioranza negri, costretti ai lavori forzati. Un sistema che per decenni, anzi, quasi per un secolo, ‎servì a prolungare quello schiavistico, solo formalmente abbandonato negli USA dopo la guerra ‎civile. Le ultime squadre alla catena vennero infatte smantellate nel 1955 ma ancora nel 1995 lo ‎Stato dell’Alabama cercò di reintrodurle, stoppato dalla magistratura… Ma in alcuni altri Stati di ‎fatto esistono ancora, come in Carolina e in Arizona dove le “chain gang” sono adottate, seppur in ‎chiave moderna, anche in alcuni penitenziari femminili…‎


 Swing Dat Hammer

Il criminale – quasi sempre un nero, a volte un assassino ma più spesso un poveraccio o un ‎‎“homeless” – condannato ai lavori forzati veniva impiegato nella costruzione di strade e ferrovie, ‎nel durissimo lavoro preparatorio di spianare il percorso a colpi di mazza, di piccone, di scure… ‎Chiunque abbia usato uno di questi strumenti per più di un’ora consecutiva sa che cosa vuol dire… ‎Ai detenuti delle “chain gang” toccava tutti i giorni, sotto il sole o sotto la pioggia, per diverse ‎ore… E quando il corpo cedeva erano frustate o addirittura esecuzioni sommarie per mano delle ‎guardie…‎

‎‎
Chain gang, ieri. Paul Muni sul set del ‎film di Mervyn LeRoy “I Am A Fugitive From A Chain Gang”, 1932.
Chain gang, ieri. Paul Muni sul set del ‎film di Mervyn LeRoy “I Am A Fugitive From A Chain Gang”, 1932.






Swing dat hammer, swing dat hammer
Swing it higher ´bove your head
Making little ones out of big ones
Hammer kill you almost dead

If I ever leave this chain gang
I'm coming home once more
Mama, mama do not scorn me
Do not turn me from your door

Swing it high boys, swing it low boys
Swing dat hammer till you dead
Swing it high boys, swing it low boys
Swing dat hammer till you dead

Yes, yes but I'm back in dear ol´ Georgie
And I got to serve this time
Swing it high boys, swing it low boys
Swing dat hammer till you dead
Swing it high boys, swing it low boys
Swing dat hammer till you dead

Mama, mama, mama, mama
Ain't you ´shamed of your dear son
Ain't you sorry that you born me
When you see what I've done done
Swing it high boys, swing it low boys
Look a here ma what I've done done

Swing it high boys, swing it low boys
Swing dat hammer till you dead

Contributed by Bernart - 2013/11/13 - 14:11



Main Page

Please report any error in lyrics or commentaries to antiwarsongs@gmail.com

Note for non-Italian users: Sorry, though the interface of this website is translated into English, most commentaries and biographies are in Italian and/or in other languages like French, German, Spanish, Russian etc.




hosted by inventati.org