Language   

Il tuo nemico

Fluxus
Language: Italian


Related Songs

Killing In The Name
(Rage Against The Machine)
Veldt
(Fluxus)


[1994]
Dall’album d’esordio del gruppo torinese, “Vita in un pacifico nuovo mondo”

Vita in un pacifico nuovo mondo

Una canzone che non può non ricordare i migliori Rage Against The Machine, quelli di Killing In The Name...

Play It Loud (e fino in fondo)!
Il tuo nemico esiste anche se non lo sai
pensaci quando gli stringi la mano
quando lo ringrazi
quando lo saluti
quando ti dice quello che devi fare
quando ti detta le regole
quando hai creduto di essere uguale
ti sbagli
non esiste uguaglianza
la giustizia no
è un concetto unilaterale
che ti impongono e devi accettare

É una scelta
una scelta forte che ti devi imporre
per cui devi lottare
che nessuno ti regala
tanto meno il tuo nemico
che non è cambiato
che si è solo mascherato da te stesso
o da maturità
o da istinto soffocato dalla tua viltà

Non vedere le cose per quello che sono
per goderti il caldo
per goderti il sole
è il miraggio di una falsa uguaglianza fra te e te stesso
fra te e il tuo nemico
che continua ad esistere
ed è sempre esistito
e non cambia
e non deve cambiare
perchè è molto più facile continuare a cambiarti
a cambiarti
A CAMBIARTI!

É il miraggio di una falsa uguaglianza fra te e te stesso
fra te e il tuo nemico
che continua ad esistere
ed è sempre esistito
e non cambia
e non deve cambiare
perchè è molto più facile continuare a cambiarti
e renderti schiavo come un cane da guardia
con un occhio solo
così geloso delle tue catene
così lucido e perfetto
così per bene
da costringerti a volerle chiedere
o perdono per averle
e per farti legare un pò più stretto
un pò più sicuro
nella stanza buia con la faccia contro il muro
nel tuo sonno e nella tua paura

É questo che resta, paura
É questo che resta, paura
É questo che resta, paura
É questo che resta, paura
É questo che resta, paura
É questo che resta, paura
É questo che resta, paura
É questo che resta, paura
É questo che resta, paura
É questo che resta, paura
É questo che resta, paura
É questo che resta, paura
É questo che resta, paura
PAURA!
PAURA!
PAURA!

É questo che resta, paura
É questo che resta, paura
É questo che resta, paura
É questo che resta, paura
É questo che resta, paura
É questo che resta, paura
É questo che resta, paura
É questo che resta, paura
É questo che resta, paura...

"Inizierei dall'elemento più determinante dell'anno, che sono purtroppo gli aspetti negativi. Gli aspetti negativi sono: le 20 milioni di ore di lavoro perdute a causa del rinnovo del contratto dei metalmeccanici..." (Gianni Agnelli)

Contributed by Bernart - 2013/11/11 - 22:41



Main Page

Please report any error in lyrics or commentaries to antiwarsongs@gmail.com

Note for non-Italian users: Sorry, though the interface of this website is translated into English, most commentaries and biographies are in Italian and/or in other languages like French, German, Spanish, Russian etc.




hosted by inventati.org