Language   

Samira piccola

Lalli
Language: Italian


Related Songs

Brigata partigiana Alphaville
(Lalli)
Mostar
(Lalli)


‎[2002]
Parole e musica di Lalli e Pietro Salizzoni
Dal disco intitolato “All’improvviso, nella mia stanza”‎



‎‎
Una bambina ed una nonna in fuga dallo loro terra, su di un barcone della “fortuna”… Il destino è ‎atroce, comune a quello di tanti migranti, come i 268 siriani, tra i quali 60 bambini, che hanno perso ‎la vita l’11 ottobre scorso nel canale di Sicilia su di un’imbarcazione naufragata a causa dei colpi ‎sparati da una motovedetta libica (forse proprio una di quelle regalate a suo tempo da Berlusconi a ‎Gheddafi) e anche per il colpevole ritardo nei ‎soccorsi imputabile alle autorità italiane…‎




Sempre L’Espresso (precisamente sul blog ‎‎Undercover di Fabrizio Gatti) fa presente che i capi di Stato dell’Unione europea, riuniti a ‎Bruxelles il 24 e il 25 ottobre scorso, di fronte alle stragi e ai 646 morti annegati in tre diversi ‎naufragi nei primi undici giorni del mese, tra i quali una sessantina di bambini siriani e sedici bimbi ‎eritrei, hanno deciso di prendere tempo e di rinviare a giugno 2014 una “riflessione a lungo termine ‎sulle politiche dell’immigrazione”…‎
Samira piccola comincia a contare
prima le onde e sulle onde le file
Poi passa alle stelle, ma fai attenzione
perché in questa notte senza comete
sarà per noi una di vetro
a indicarci la via e l'approdo

Chiudi gli occhi, mio piccolo pane
lasciati andare e vedrai il bosco
nell'acqua che non aspetta
ogni gemma un grano di riso
Nel mio sogno ero in cima a un ulivo
e non potevo restare e non potevo cadere

Nonna, ho paura e il bosco che vedo
non lo riconosco
e le luci laggiù mi confondono il conto
sono stanca e noi siamo buio
e la nostra stella suderà per trovarci
Nonna, tienimi stretta, nonna cantami un poco‎

Nel mio sogno tutto brillava
al suono di una musica che non sentivo
dondolavano i rami spargendo polvere
di sabbia e d'argento sul fondo del bosco
così finalmente potevo volare
Ora prova a dormire, mia principessa

Ma fu un'altra stella, figlia del mare
a guidarle fino al fondo del mondo
accanto ad un nome scritto su un coccio
sepolto per sempre di là dalle mura
della terra bagnata da un altro dio
Samira piccola, così l'ho trovato
Samira piccola ‎

Contributed by Bernart - 2013/11/11 - 10:06



Main Page

Please report any error in lyrics or commentaries to antiwarsongs@gmail.com

Note for non-Italian users: Sorry, though the interface of this website is translated into English, most commentaries and biographies are in Italian and/or in other languages like French, German, Spanish, Russian etc.




hosted by inventati.org