Language   

Fado anarquista

João Black
Language: Portuguese

List of versions



‎[Prima del 1926]‎
Testo trovato su YouTube


28 maggio 1926. Il generale Gomes da Costa entra a Lisbona alla testa delle sue truppe ‎dopo il golpe contro la Prima Repubblica. Dovrà passare quasi mezzo secolo prima che il ‎Portogallo torni alla democrazia… ‎
28 maggio 1926. Il generale Gomes da Costa entra a Lisbona alla testa delle sue truppe ‎dopo il golpe contro la Prima Repubblica. Dovrà passare quasi mezzo secolo prima che il ‎Portogallo torni alla democrazia… ‎


Nel XX secolo il fado come espressione ludica di contestazione contro il potere e contro i suoi ‎simboli, assume una rilevanza tutta speciale: il fado di aspetto sociale – a volte conosciuto come ‎fado operaio o libertario – diventa canzone di protesta, soprattutto nei primi anni venti del secolo, ‎anni in cui in un contesto repubblicano è possibile ed è incrementata una cultura popolare, in cui il ‎fado diventa veicolo di propaganda di nuove idee. Il fado quindi tratta in modo lirico temi sociali ‎come la fame, la miseria, la lotta contro i padroni, la fede in una vita migliore ed in un futuro dove ‎la vittoria finale è un dato di fatto.‎
Un esempio emblematico di questo periodo è il poeta popolare, di professione tipografo, uomo di ‎fine gusto letterario ed eccellente fadista che risponde allo pseudonimo di João Black, assiduo ‎frequentatore delle taverne di Cacilhas e di Ginjal. Il suo vero nome era João Salustiano Monteiro ‎ed era di Almada, località dove nacque e trovò la morte nel 1955. Poeta, compositore e cantante, ‎questo socialista di formazione repubblicana – militò nel Partito Socialista di José Fontana nel ‎‎1914 - , noto frequentatore di feste e convivi notturni, amante della vita scapigliata, è stato un vero ‎protagonista del periodo in cui il fado ha guadagnato un ruolo sociale, diventando famoso tra la ‎classe sociale popolare, grazie anche all’intensa attività fatta dagli innumerevoli collettivi di cultura ‎e svago allora esistenti, punto di incontro di cantanti, chitarristi e poeti popolari.‎
João Black assistette all’apogeo e alla progressiva scomparsa di questo fado di protesta – figlio e ‎padre di una cultura popolare, operaia – subito censurato dal Segretariato Nazionale di ‎Informazione di António Ferro e dalla sua Emittente Nazionale. Fu proprio a causa di queste ‎alterazioni sociali che il fado perse il carattere amatoriale ed il suo ruolo di veicolo di idee e principi ‎morali e politici, diventando un mero intrattenimento ed un articolo da sfruttarsi a livello ‎commerciale. Come disse lo stesso João Black “Il Fado di stampo sociale non è morto, è passato di ‎moda, sopravvivendo qua e là nella memoria di alcuni interpreti […] tra cui il famoso ‎‎Alfredo Marceneiro che canta come João ‎Black.”‎

‎(Fonte: Portogallo: ‎storia dei canti politicamente e socialmente impegnati fino agli anni 50, dal blog Fado Portoghese ‎di Luisa Notarangelo)
Ciência humanitária
Um símbolo de altruísmo
Tem como fim condenar
Deus, pátria e militarismo

O mundo há-de assitir
Aos pobres livres do jugo
Espezinhar é o futuro
Da burguesia a surgir

E depois quando existir,
O ideal ...
Esplendor e bem-estar
Incitar o patriotismo
A miséria,
o anarquismo tem por base condenar

Mas o povo subjugado
Esfacela-se sob a tortura
Quando o seu mal tinha cura
O ideal desejado

Viver na prisão
Nas garras dos inimigos
Ai ela bem cai no abismo
A fanática humanidade
Pois fia-se nesta trindade
Deus, pátria e militarismo

Contributed by Bartleby - 2012/2/20 - 14:17



Language: English

Traduzione inglese da YouTube
ANARCHIST FADO

Humanitarian science
A symbol of altruism
Has a goal to condemn
God, country and militarism

The world shall behold
The poor free from oppression
Smashing the butchers
Of the ruling bourgeoisie
They shall see the birth
Of the ideal that will bring
Enlightenment and well-being
And promote true patriotism
Misery is what anarchism condemns

The subdued people
Get torn apart and tortured
While there's a cure for this evil
In the desired ideal
They live as martyrs
In the talons of servitude
The social abyss deepens
The fanaticism of humanity
Relies on the trinity
God, country and the military

Contributed by Bartleby - 2012/2/20 - 14:19



Main Page

Please report any error in lyrics or commentaries to antiwarsongs@gmail.com

Note for non-Italian users: Sorry, though the interface of this website is translated into English, most commentaries and biographies are in Italian and/or in other languages like French, German, Spanish, Russian etc.




hosted by inventati.org