Language   

Cara maestra

Luigi Tenco
Language: Italian

List of versions


Related Songs

Lilith
(Ginevra Di Marco)
Neretva
(Ginevra Di Marco)
Francesco De Gregori: Festival
(GLI EXTRA DELLE CCG / AWS EXTRAS / LES EXTRAS DES CCG)


dal primo album del cantautore genovese intitolato semplicemente "Luigi Tenco" (1962)
Luigi Tenco
Cara maestra, un giorno m'insegnavi
che a questo mondo noi, noi siamo tutti uguali;
ma quando entrava in classe il Direttore
tu ci facevi alzare tutti in piedi,
e quando entrava in classe il bidello
ci permettevi di restar seduti...

Mio buon curato, dicevi che la chiesa
è la casa dei poveri, della povera gente;
però hai rivestito la tua chiesa
di tende d'oro e marmi colorati;
come può adesso un povero che entra
sentirsi come fosse a casa sua?...

Egregio sindaco, m'hanno detto che un giorno
tu gridavi alla gente: Vincere o morire!
Ora vorrei sapere come mai
vinto non hai eppure non sei morto,
e al posto tuo è morta tanta gente
che non voleva né vincere né morire...



Language: French

Versione francese di Daniel Bellucci
CHERE MAITRESSE

Chère maîtresse, un jour tu m'enseignais
que sur cette Terre, nous sommes tous égaux,
mais quand le Directeur entrait dans la classe
on devait tous se mettre debout
alors que lorsque le Pion entrait dans la classe
on pouvait rester assis...

Mon bon curé, tu disais que l'Eglise
est la maison des pauvres, des pauvres gens;
mais tu as recouvert ton église
de tentures d'or et de marbres polychromes;
à présent comment un pauvre peut-il
entrer et se sentir chez lui?...

Monsieur le Maire, on m'a dit qu'un jour
tu criais aux gens: Vaincre ou Mourir!
à présent je voudrais bien savoir pourquoi
tu n'as pas gagné et pourtant tu n'es pas mort,
et à ta place tant de gens sont morts
qui ne voulaient ni vaincre ni mourir..

Contributed by Daniel Bellucci (Nizza) 10.11.2006 - 2006/11/10 - 21:53




Language: English

Versione inglese di Gio da Lyrics Translate
DEAR TEACHER

Dear teacher, one day you taught me
that, in this world, we—we are all equal;
but when the principal entered the classroom
you made us all stand up,
and when janitor came into the classroom
you allowed us to remain seated.

My good man, you said that the church
is the home of the poor—of poor people.
But you have adorned your church with gold curtains & colored marble.
How can a poor man who enters
feel as if he belongs there?

Dear mayor, I heard that one day
you shouted to the people: “Victory or Death!”
Now I would like to know why you have not won but yet are not dead—
and, in your place, how many other people died
who wanted neither victory nor death.

2020/11/19 - 23:17


Molto bella la canzone, io sono maestra e so che cosa vuole dire insegnare delle cose in cui crediamo di cuore , ma che a volte sono difficili di far diventare realta'....
Speriamo che i bambini riescano a capire il vero valore delle parole e non facciano caso alle nostre contradizioni.....!!!!!!!!!!!!!
peace for everyone!!!!!!!!!!

Anita


..i bambini fanno caso a tutto..soprattutto alle contraddizioni (soprattutto è con quattro t?)..

Luca - 2006/4/22 - 11:41


BELLISSIMA CANZONE, BELLISSIME PAROLE PURTROPPO PER CAPIRE TENCO LA GENTE LO HA DOVUTO FAR MORIRE........Luca hai perfettamente ragione, i bambini individuano soprattutto le contraddizioni, il valore delle parole viene dato in eta piu avanzata

david - 2007/11/7 - 18:33


Vi segnalo l'interpretazione dei Fonetica, con stravolgimento armonico della linea melodica, 50 anni dopo l'incisione di Luigi Tenco.

Fabio Bello - 2012/1/24 - 23:31


Vi segnalo che "cara Maestra" non è del 1963 ma è già presente nel primo LP di Tenco. Renzo Zannardi

2015/3/11 - 22:32



Main Page

Please report any error in lyrics or commentaries to antiwarsongs@gmail.com

Note for non-Italian users: Sorry, though the interface of this website is translated into English, most commentaries and biographies are in Italian and/or in other languages like French, German, Spanish, Russian etc.




hosted by inventati.org