Lingua   

Il ritorno

Davide Camerin
Lingua: Italiano



Ai patrii confini le tradotte
arrivano e oltrepassano
la sconfitta è scomoda e il regime
ha dato l'ordine preciso
celare quei rottami umani
che nessuno ha da vedere
chiudere i vetri ai finestrini
sbarrare le portiere
Ma la notizia corre e alle stazioni
la gente sa del treno
e tira giù piangendo
quei fantasmi dai vagoni
ed ogni madre a mani tese
chiede dov’è il mio bambino
gli ho fatto una focaccia calda
era artigliere alpino


Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org