Language   

Il ritorno

Davide Camerin
Language: Italian



Ai patrii confini le tradotte
arrivano e oltrepassano
la sconfitta è scomoda e il regime
ha dato l'ordine preciso
celare quei rottami umani
che nessuno ha da vedere
chiudere i vetri ai finestrini
sbarrare le portiere
Ma la notizia corre e alle stazioni
la gente sa del treno
e tira giù piangendo
quei fantasmi dai vagoni
ed ogni madre a mani tese
chiede dov’è il mio bambino
gli ho fatto una focaccia calda
era artigliere alpino


Main Page

Please report any error in lyrics or commentaries to antiwarsongs@gmail.com

Note for non-Italian users: Sorry, though the interface of this website is translated into English, most commentaries and biographies are in Italian and/or in other languages like French, German, Spanish, Russian etc.




hosted by inventati.org