Language   

Temporadas

Andrea Parodi dei Tazenda
Language: Sardinian

List of versions


Related Songs

De arrùbiu
(Elena Ledda)
Cumandantes
(Istentales)
Cumiziu
(Franco Madau)


(2004)
(M. Pio Ledda/ A. Parodi)


Poi cantata in duetto con Elena Ledda nell'album "Rosa Resolza" del 2007

Andrea Parodi & Elena Ledda

“Temporadas” ha una duplice accezione: in spagnolo sta per stagioni, in sardo per tormente, specie di gelo e neve.
Ma vanno bene entrambe perché ogni stagione porta in se la sua piccola o grande tempesta, ogni stagione cancella quella precedente. Così per i flussi migratori che da una parte all’altra del mondo spostano le genti, come le tempeste, proprio come stagioni, sovrapponendosi, spesso annullandosi.
Naramilu si pregas
gai comente pngo deo
Narami si chircas
su chi cherzo e chi nos mancat
Fintzas a sa muda s'intendet
Tzocant chena pasu sos tempos

Si tue tue paghe non tenes
e in su coro non bind'at
Ite b'at a cherrere
pro frimmare custas undas
Domos e justitzia chena paghe
nan sl dant
Non bi cherent gherras a
frimmare custas ondas
Gai che frores pesant sas rughes
sas jadinos prenos de samben

Naramilu sj las bides
Cussas' umbras intro a tie
Narami si times
Cando s'artzian che majarzas
E pius nudda paret de abberu
Che s'istrale falat note
Chie l'at bidu nan contat
Chie bi fit non b'est prus
Gai che frores pesant sas rughes
sas jardinos prenos de samben
Tumban su coro sos tempos
Tumban e non si frimman

Dae sa man s'est fuende sa resone
E non balet pius a nudda sa pessone
Narami cantu bi cheret gallu
a torrare a bidere
Sa die noa mia?

Non zuat limba mancu Deus
Nan b'at note non b'at die
trumas chi si tramunant
sunt truvende da onzi banda
domos e justitzia chena paghe
non si dant
non bi cherent gherras a mudare
custas laras
tumbant chena pasu sos tempos
Sas zenias etande sa janna
Cando benint sas temporadas
Fogos dae sas nues falana
Dae su chelu sin de falat
s'inghelada
e sa note che colora s'est pesada
Nara, cantu bi cherete galu
a torrare a bidere
sa die noa mia?

2008/12/28 - 14:44



Language: Italian

Versione italiana dal libretto dell'album Rosa Resolza di Andrea Parodi & Elena Ledda
TEMPORALI (STAGIONI)

Dimmi se preghi
Come prego io
Dimmi se cerchi
Quello che voglio e ci manca
Anche se taci puoi sentirlo
Bussano senza sosta i tempi

Se tu non hai pace
E non la trovi nel cuore
Cosa ci vorrà
per fermare queste onde
Case e Giustizia senza pace non si possono dare
Non ci vogliono le guerre per
fermare queste onde
Così come fiori alzano croci
i giardini pieni di sangue

Dimmi se le vedi
Quelle ombre dentro di te
dimmi se hai paura
Quando si alzano come megere
E più nulla mi sembra vero
Come una scure scende il buio
Chi l'ha visto non ricorda
Chi c'era e chi non c'è più
Così come fiori alzano croci
I giardini pieni di sangue
Battono il cuore i tempi
Battono e non si fermano

Dalla mano sta scappando la
ragione
E la persona non vale più niente
Cosa ci vuole ancora dimmi
Per rivedere
Il mio nuovo giorno?

Non aiuta la lingua neanche Dio
Non c'è notte non c'è giorno
Le tarme che si spostano mutano
e stanno spingendo da tutte le parti
Case e Giustizia senza pace non si possono dare
Non ci vogliono le guerre per
fermare queste labbra
Battono senza sosta i tempi
le stirpi abbattono le porte.
Quando arrivano le tormente
I fuochi scendono dalle nubi
dal cielo cade giù l'alba
e la notte si alza come serpente
Casa ci vuole ancora dimmi
Per rivedere
il mio nuovo giorno?

2008/12/28 - 14:47


Peppa sabaz: maria cameranesi: visionaria, onirica e senza scampo.Nichilismo assoluto, in un mondo solo e disperato. Vicino alle più angosianti visioni della Bufera di Montale,alle immagini di Bosch. Alle allucinazioni di Lorca. Una poesia che non lascia un barlume di luce: da cosa?Storia,incubi, pazzia, la ragione cancellata .
Senza riscatto: è troppo

Maria Cameranesi - 2019/9/9 - 11:13


Ok Maria Cameranesi, prendendo atto della tua identificazione con la famosa "tata" slovena di Umberto Saba (dalla quale, probabilmente, trasse il nom de plume), per il tuo bene ti inviterei a andare a farti vedere urgentemente da uno bravo. Tanti cari saluti.

L'Anonimo Toscano del XXI secolo - 2019/9/9 - 12:22


No comment, caro Sigmund

L'appuntamento è per martedì 24 alle ore 12 nel mio studio viennese. Mi raccomando la puntualità perché con te ci sarà da lavorare parecchio. Cari saluti. (Sigmund)

2019/9/9 - 14:33



Main Page

Please report any error in lyrics or commentaries to antiwarsongs@gmail.com

Note for non-Italian users: Sorry, though the interface of this website is translated into English, most commentaries and biographies are in Italian and/or in other languages like French, German, Spanish, Russian etc.




hosted by inventati.org