Language   

Girotondo

Marco Rovelli
Language: Italian



Guarda quanto s'approssima il giorno
che non ci si può sporger più in là
e bisogna che togli di torno
chi a te essere simil non sa

Guarda quanto è fonda la notte
non ci sono che lupi oramai
tu da solo ti farai giustizia
anche se luce non ne vedrai

Guarda quel fuoco che s'alza davanti
brucia ogni cosa che voce non ha,
guarda le fiamme che s'alzan d'intorno
in ogni campo un nemico ci sta

Guarda quanto rigoglio di roba
occhi gonfi di specchi e irrealtà,
cuori pieni di vuoto e paura
mano che tutto consumerà

Guarda il marchio dell'uomo nuovo,
testa alta e fierezza gli dà,
brucia il senso di un tempo sbagliato
lava colpe che lui non ha

Guarda quel passo dell'oca che avanza
in vesti morbide, così charmant,
guarda quell'uomo che ride da squalo
sta digerendo la sua civiltà

Guarda che bello questo girotondo
che la terra cascare ormai fa
guarda che rotola in un precipizio
con gli occhi chiusi a questa immensità

E si spalanca il mondo e cade nell’aperto
La bocca si apre muta al suo deserto
E si spalanca il mondo in viscere e parole
Versate e messe a seccare al sole

Si versa il sangue sparso, si aprono le vene
si perde tutto ciò che ci appartiene
Si versano le lacrime, hai lacrimato troppo
Si spalanchi la luce nel tuo occhio

E orbite e fuochi, e atomi innocenti
inclinano ad ignoti movimenti
E l’universo è solo un attimo d’incendio
Inclina il cuore all’ultimo dispendio

E non c’è mai scampo allo spazio aperto
Accoglie il sangue il prossimo deserto
E vive il sangue un nuovo ricambio di stagione
Il cuore ha la sua rivoluzione.


Main Page

Please report any error in lyrics or commentaries to antiwarsongs@gmail.com

Note for non-Italian users: Sorry, though the interface of this website is translated into English, most commentaries and biographies are in Italian and/or in other languages like French, German, Spanish, Russian etc.




hosted by inventati.org