Language   

Il minatore di Frontale

Davide Van De Sfroos
Language: Italian



Non ho incontrato gente ma solo fari accesi
Non crescon girasoli qui dove il mondo è spento
Son nato su a Frontale, in alta Valtellina
Son sceso da ragazzo, in tasca la montagna
Ed ho imparato i segni e i sogni della roccia
Ci ho mescolato i miei, l’ho frantumata tutta
PICA! PICA!

Ho visto i continenti e gli ho toccato il fondo
E ho quasi perforato l’intero mappamondo
La vita a volte è un ponte o una ferrovia
La mia, se ci ripenso, è stata galleria
Sfidare tutti i giorni la strega silicosi
La foto di una donna tampona le ferite
Ma per la nostalgia non c’è la dinamite
PICA! PICA!

Adesso sto appoggiato al salice piangente
Eppure, lui lo sa, da lui non voglio niente
Non voglio le sue lacrime, non voglio le sue foglie
Son qui per la sua ombra che sposerà la mia
Voglio guardare il sole, me lo son meritato
Prima di ritornare dove son sempre stato
Fin quando tornerò dove son sempre stato
PICA! PICA!


Main Page

Please report any error in lyrics or commentaries to antiwarsongs@gmail.com

Note for non-Italian users: Sorry, though the interface of this website is translated into English, most commentaries and biographies are in Italian and/or in other languages like French, German, Spanish, Russian etc.




hosted by inventati.org