Lingua   

Il disgelo

Nomadi
Lingua: Italiano


Ti può interessare anche...

Libera nos Domine
(Francesco Guccini)
Erin
(Danilo Sacco)
L'unica superstite
(Modena City Ramblers)


Testo e musica di Francesco Guccini
Per quando noi non ci saremo

Dall’album del 1967 “Per quando noi non ci saremo” dei Nomadi, una delle poche vere voci musicali italiane che hanno cercato di tradurre i sogni della rivolta giovanile dell’epoca partiti dagli USA di Bob Dylan e di Joan Baez.

E che fossero voci vere lo dimostra il fatto che i Nomadi, necessariamente modificati nel loro organico, restano ancora oggi uno dei pochi gruppi italiani ancora validi.
Quando il sole ritornerà nel cielo
nei boschi ci sarà il disgelo.
Tu mi sveglierai e fuori correremo
a respirare il canto del disgelo.

E allora la neve correrà nei fiumi ancora
e non aver paura dei mormorii che senti
son solo mille gocce di diamante.

Il disgelo. Verrai sulle lontane
colline e sentirai voci umane.
Il disgelo sarà come una voce
che parlerà di cose ormai scordate.

E le dirà spargendosi nell'aria come un'onda,
sull'acqua degli oceani, sulle pietre dei monti,
nel fuoco dei mattini e dei tramonti.

Il disgelo verrà su tutto il mondo
e scioglierà ogni ghiaccio della terra.
Il disgelo sarà come un gran vento
che soffierà sul fango della guerra.

Quando il disgelo ritornerà su noi
ci troverà uniti nella luce.
E le parole che voglio e che tu vuoi
sarà soltanto il vento che le dice.

E troverai nel caldo di ogni giorno quelle favole
che credevi per sempre perdute su nel cielo
ma che ora torneran dentro di noi
col disgelo.

inviata da i.fermentivivi - 2/1/2008 - 16:33


Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org