Language   

Che ne sapevo

Flavio Giurato
Language: Italian (Laziale Romanesco)



Diciott’anni e un giorno
e sono corso ad arruolarmi
la città spingeva
mi gridava non fermarti
Il casino una delusione
c’era una mezza nuda che piangeva
che ne sapeva
di errori e rovine
dice che ha parlato
con un tipo professore
che saliva in camera
coi libri e col giornale
dava i soldi non per l’amore
ma per una che lo stesse ad ascoltare
che ne sapeva
di errori e rovine
’namo a morì
’namo a ammazzà
’namo a morì
’namo a ammazzasse
’namo a sentì
’namo a guardà
’namo a vedè
senza fermasse
sono uscito e fuori
giù per strada c’era un fiume
di camicie nere
e di sottane di cotone
ho vibrato nella corrente
di una vaga e sorridente paura
che ne sapevo
di errori e rovine
io travolto e stretto
in un abbraccio senza fine
ho sentito dentro
che cresceva un’emozione
ho provato il compiacimento
di una buona e coraggiosa fortuna
e che ne sapevo
di errori e rovine
’namo a morì
’namo a ammazzà
’namo a morì
’namo a ammazzasse
’namo a sentì
’namo a guardà
’namo a vedè
senza fermasse.


Main Page

Please report any error in lyrics or commentaries to antiwarsongs@gmail.com

Note for non-Italian users: Sorry, though the interface of this website is translated into English, most commentaries and biographies are in Italian and/or in other languages like French, German, Spanish, Russian etc.




hosted by inventati.org