Language   

Vittorio Arrigoni

Liam Vik
Language: Italian


Related Songs

Ballata per Vik
(I Luf)
La collina
(Lucci)


2014
testo e voce Liam Vik, beat Mr.Ivan

Vittorio Arrigoni


Sono Liam Vik e canto solo i brani rap che scrivo, è una passione che che vivo da quando ho sentito la necessità di ricercare dentro e fuori dalla mia mente il senso della giustizia, della verità. Mi definirei un poeta di strada che da poco ha deciso di fare ascoltare i suoi testi, cantando in una via sull’asfalto oppure su di un palco.

Pensai di scrivere questo rap per una forte empatia che provai nei confronti della famiglia Arrigoni quando giunse la notizia della tragica scomparsa di Vittorio, che fino a quel momento non sapevo purtroppo chi fosse. In seguito conobbi la sua vita leggendo i libri che narravano della sua esperienza come volontario di pace in varie parti del mondo, e così, dopo alcune riflessioni decisi di realizzare questo brano che ritengo essere un inno per la pace e non per la guerra, infatti con le mie parole non ho voluto indicare dei colpevoli contro cui vendicarsi o dai quali fuggire ma ricordare quanto sia nobile, giusto, e umano dedicare un po delle proprie risorse nell’aiutare chi soffre, vorrei appunto citare un pensiero di Vittorio Arrigoni:” Io non credo nei confini, nelle barriere, nelle bandiere. Credo che apparteniamo tutti, indipendentemente dalle latitudini e dalle longitudini, alla stessa famiglia, che è la famiglia umana”.

Il rap per Vittorio Arrigoni - Frontiere News
Lo stato dell'indifferenza è un grigio confine
oltrepassato questo trovi un mondo senza fine
è una terra incredibile chiamata utopia
dove tutto è possibile, realizzi la tua via
ci trovi le persone che danno di se stessi
la forza per dar voce agli umili agli oppressi
che danno la speranze e sogni felici
alle vittime che vivono incubi più atroci
artisti della vita che inventano colori
dipingono la pace coi loro valori
sono ricercatori di uguaglianza e giustizia
la musica che suonano è fatta di amicizia
guerrieri a tempo pieno non soldati
combattono una guerra da sempre disarmati
e lottano oggi per avere un domani
ricordando ogni giorno di restare umani
a questa società malata che sa tutto ma ignora
muore di valori effimeri ogni ora
perché non è un problema fin quando non ti tocca
la mortifera miseria che ti secca la bocca

Contro il filo spinato, contro ogni carro armato
un muro oscura ancora un popolo assediato
migliaia di aquiloni tenuti dai bambini
liberano il cielo dall'odio e dai confini

Contro il filo spinato, contro ogni carro armato
un muro oscura ancora un popolo assediato
migliaia di aquiloni tenuti dai bambini
liberano il cielo dall'odio e dai confini

Sono volontari internazionali
uomini normali, non angeli con ali
hanno morbide mani che sanno accarezzare
ma pugni duri quando si devono incazzare
per tirare fuori le verità nascoste
dai complici che tacciono per non dar risposte
per tutte le menzogne ed ogni tipo di abuso
le bombe l'apartheid e tutto Piombo Fuso
Son Vittorio Arrigoni ho coraggio ma tremo,
per amore degli altri mi spingo all'estremo,
soccorro i feriti, respingo i terroristi,
nei campi e nel mare con gli altri attivisti,
ho le tasche vuote, ferite sulle braccia,
son ricco per la gioia della gente che mi abbraccia.
Amo la vita come un bimbo ama il seno
viaggio nel mondo su un'arcobaleno
assorbo sofferenza ma ciò che puoi descrivere
è la pura e semplice essenza del vivere
col passaporto in mano da sempre scudo umano
l'hanno ucciso ma è più vivo perchè non lo scordiamo!!

Contro il filo spinato, contro ogni carro armato
un muro oscura ancora un popolo assediato
migliaia di aquiloni tenuti dai bambini
liberano il cielo dall'odio e dai confini

Contro il filo spinato, contro ogni carro armato
un muro oscura ancora un popolo assediato
migliaia di aquiloni tenuti dai bambini
liberano il cielo dall'odio e dai confini

Contro il filo spinato, contro ogni carro armato
un muro oscura ancora un popolo assediato
migliaia di aquiloni tenuti dai bambini
liberano il cielo dall'odio e dai confini

Martin Luther King Usava ripetere:
"Non temo le urla dei violenti
ma il silenzio degli onesti"
grazie per aver infranto con noi questo muro del silenzio
Restiamo Umani

Contributed by Dq82 - 2021/11/26 - 19:03



Main Page

Please report any error in lyrics or commentaries to antiwarsongs@gmail.com

Note for non-Italian users: Sorry, though the interface of this website is translated into English, most commentaries and biographies are in Italian and/or in other languages like French, German, Spanish, Russian etc.




hosted by inventati.org