Language   

La proprietà non è più un furto [Sul denaro]

Elio Petri
Language: Italian




La religione della proprietà


La religione della proprietà

Io, ragionier Total, non sono diverso da voi, né voi siete diversi da me. Siamo uguali nei bisogni, diseguali nel loro soddisfacimento. Io so che non potrò mai avere nulla più di quanto oggi ho. Fino alla morte. Ma nessuno di voi potrà avere più di quanto ha. Certamente molti di voi avranno più di me. Come tanti hanno meno. E nella lotta legale, o illegale, per ottenere ciò che non abbiamo, molti si ammalano di mali vergognosi, si riempiono il corpo di piaghe, dentro. E fuori.
Tanti altri… cadono, muoiono, vengono esclusi, distrutti, trasformati. Diventano… bestie. Pietre. Alberi morti. Vermi. Così nasce l’invidia e in questa invidia si nasconde l’odio di classe, decomposto in egoismo e quindi… reso innocuo. L’egoismo è il sentimento fondamentale della religione della proprietà. Io sento che questa condizione mi sta diventando insopportabile, così come lo sta diventando per molti di voi.




Verbi ausiliari


Verbi ausiliari

Total: Sai che non mi ricordo più com’è quella parola che indica quando si possiede una cosa: un figlio, una casa, un terreno, un’automobile, una donna…
Il padre : Verbo essere, ausiliari: io sono, tu sei, egli è, io ero, ecco, io ero, no, no, no, no, io ebbi, ecco, ebbi, ebbi, ebbimo, ebbimo, aveste, avessero, avettero, avemmo, avendo avuto, avendo avuto, avettero, essendo, voce del verbo avendo.
Total: Avere, voce del verbo avere.
Il padre: Oh, sì, sì e questo dinota un possedimento di cose, ecco, sì, avere, avere, può essere anche semplice o coniugato, sicuro, io, io abbo, io aggio, lui have, egli have, noi aggiamo, noi avemo…
Total: Eh no, per la Madonna!, noi non avemo una cippa! Io non ho, tu non hai, egli ha. Maledetto! Egli sì che ha, egli ci ha, ci possiede, ha, possiede: botteghe, case, automobili, donne, garzoni e… il coso, il danaro, a sacchi, a carrettate […]





Il seguente link rinvia al video della prima parte del film. Il dialogo è registrato a 10’ 20” dall’inizio

Nullatenenti perciò ladri a 10’ 20” dall’inizio


Nullatenenti perciò ladri

Il padre: Rubare, più che un delitto, è un errore. Talleyrand.
Total: Perché?
Il padre: Perché ? Perché tutto ciò per cui una cosa si può distinguere dall’altra, questa è la proprietà, secondo il Tommaseo. Dunque, se tu rubi… confondi le cose tra loro… e naturalmente anche i loro proprietari. E un proprietario non va confuso con un … non proprietario.
Total: Quanto c’abbiamo in banca?
Il padre: Quello che meritiamo
Total: E allora il coso… il come si chiama… il danaro… è un premio?
Il padre: Si.
Total: Ma porco Giuda, è un premio a che cosa? è un premio all’onestà?
Il padre: Forse
Total: E allora secondo te siamo dei disonesti? Dei ladri. Perché non abbiamo mai avuto ‘na lira…


Main Page

Please report any error in lyrics or commentaries to antiwarsongs@gmail.com

Note for non-Italian users: Sorry, though the interface of this website is translated into English, most commentaries and biographies are in Italian and/or in other languages like French, German, Spanish, Russian etc.




hosted by inventati.org