Language   

17 gennaio 1945

Francesco Proietti Bocchini detto "Checco"
Language: Italian



17 gennaio era di mattina
pronti per andare in una cinquantina
partimmo cantando con amore
contro il nazifascismo traditore

ci ritrovammo in prima linea tutti schierati
con poco addestramento ma ben allineati
quel che di certo fu fortuna buona
fu di esser presi in forza alla Cremona

Ricordo quel fatal 11 marzo
che ognun di noi sembrava fosse pazzo
vendendosi arrivare da lontano
due barelle con Fosco e con Gaetano

C'era la nebbia in quella maledetta mattina
erano caduti tutti e due sopra una mina
Fosco chiese una sigaretta
e Gaetano un bicchiere d'acqua

Grazie Prampolini Fruttaioli e Gianformaggio
grazie per il vostro amore ed il vostro coraggio
anche quando l'ora era quella di andare
di prepararci tutti e riprendere a marciare

E ci diceste sono loro a dirci di avanzare
e noi non sapevamo lì sepiangere o cantare

In qualche giorno fummo tutti quanti ad Alfonsine
ci si arrivò marciando tra colpi spari e mine
e una volta prese tutte le sue porte
del caro Mario si seppe la morte

Tanti ne caddero della divisione Cremona
li ritrovammo poi nel cimitero Camerlona
ma in poco tempo li portammo via
per ricondurli alla terra natia

17 gennaio era di mattina
pronti per partire in una cinquantina
il cuore ci si ruppe dal dolore
ma non la nostra voglia di libertà e d'amore
ma non la nostra voglia di cantare e di lottare


Main Page

Please report any error in lyrics or commentaries to antiwarsongs@gmail.com

Note for non-Italian users: Sorry, though the interface of this website is translated into English, most commentaries and biographies are in Italian and/or in other languages like French, German, Spanish, Russian etc.




hosted by inventati.org