Language   

No pueden matar al Che

Judith Reyes
Language: Spanish

List of versions


Related Songs

Corrido de Arturo Gámiz‎
(Judith Reyes)
Τα τραγούδια του δρόμου
(Manos Loïzos / Μάνος Λοΐζος)
Senza perdere la tenerezza
(Briganda)


Hasta la victoria siempre
Señores con su licencia
Le voy a cantar al Che
Al Che, Ernesto Guevara
Le canto con mi guitarra y
Les voy a decir por qué

Porque su conducta ha sido
De afán internacional
Porque pa' siempre se acabe
Dondequiera que se halle
La desigualdad social

Cayó en suelo boliviano
Donde hay gran explotación
Del tungsteno y el estaño
Que roban año tras año
Los buitres de otra nación

El Che Guevara decía:
"Si hay injusticia aquí
Yo soy soldado del pueblo
Y al débil yo lo defiendo
Porque para eso nací"

El Che Guevara ha caído
Pero al mundo le diré
Vestido de verde olivo
y políticamente vivo
¿Quién puede matar al Che?

Palomita guerrillera
Yo traigo en el corazón
Dolor por mi comandante
Pero seguiré adelante
Con esta revolución

Fue nacido en argentina y convertido en cubano
Pero América Latina lo considera y estima
Su mas grande ciudadano
No pueden matar al Che


De lo que pasa en Bolivia
Conviene decir aquí
Haré un poquito de historia
No voy a hablar de memoria
Sino de lo que yo vi

Allá en la sierras del Chaco
Bolivia se desangró
Un pueblo protagonista
En el plan capitalista
que siempre lo ametralló

Los gorilas del gobierno
Sólo piensan en matar
Y por si usted no lo sabe
La masacre de Catavi
Fue cosa de un militar

Y hasta que el pueblo armado
Adueñase del poder
Nacionaliza las minas
Y 'aluego reparte las tierras
Y al voto lo hace valer

Pero el general Barrientos
Nos desnacionalizo
Al diablo la economía
Porque nuestra minería
Al yanqui se la entregó

Palomita guerrillera
Yo traigo en el corazón
Dolor por mi comandante
Pero seguiré adelante
Con esta revolución

Por el trabajo en las minas
Debían de pagarte bien
Trabajas como ninguno
Y mientras te llevas uno
El gringo se lleva cien

Por sufrir el boliviano
Tan tremenda explotación
El Che le dio su cariño
Y a pesar de los Patiño
Hará otra revolución

Y en tanto que el tiempo llega
Por entrevistar al Che
Un periodista es juzgado
Por gorilas de un estado
Que el yanqui mantiene en pie

La solución en Bolivia
Es algo de lo mejor
Que agarre el pueblo las armas
Que el yanqui se vaya al diablo
Y el bribón al paredón

Si en la lucha hay un caído
El otro sostiene que
Vestido de verde olivo
Y políticamente vivo
No pueden matar al Che

Palomita guerrillera
Yo traigo en el corazón
Dolor por mi comandante
Pero seguiré adelante
Con esta revolución

Contributed by Lucone - 2020/9/15 - 09:58



Language: Italian

Versione italiana di Lucone
NON POSSONO UCCIDERE IL CHE

Signori con il vostro permesso
Canterò al Che
Al Che, Ernesto Guevara
Gli canto con la mia chitarra e
Vi dirò perché

Perché la sua condotta è stata
Di interesse internazionale
Perché va a finire sempre
Ovunque vi sia
Disuguaglianza sociale

È caduto sul suolo boliviano
Dove c'è grande sfruttamento
Di tungsteno e stagno
Che rubano anno dopo anno
Gli avvoltoi di un'altra nazione

Che Guevara ha detto:
"Se c'è ingiustizia qui
Sono un soldato del popolo
E i deboli difendo
Perché è per questo che sono nato "

Che Guevara è caduto
Ma al mondo lo dirò
Vestito di verde olivo
e politicamente vivo
Chi può uccidere Che?

Colomba guerrigliera
Porto nel cuore
Dolore per il mio comandante
Ma continuerò
Con questa rivoluzione

È nato in Argentina ed è diventato cubano
Ma l'America Latina lo considera e lo stima
come il suo più grande cittadino
Non possono uccidere il Che

Di quello che succede in Bolivia
Dovrebbe essere detto qui
Farò un po 'di storia
Non parlerò a memoria
Ma da quello che ho visto

Là nelle montagne del Chaco
La Bolivia si dissanguò
Una popolo protagonista
Nel piano capitalista
che lo ha sempre mitragliato

I Gorilla del governo
Pensano solo a uccidere
E nel caso non lo sapessi
Il massacro del Catavi
fu fatto da militari

E fino che il popolo armato
non prenderà il potere
Nazionalizzerà le miniere
E distribuira le terre
E al voto si farà valere

Ma il generale Barrientos
Ci denazionalizzo
Al diavolo l'economia
Perché le nostre miniere
Le ha date allo yankee

Colomba guerrigliera
Porto nel cuore
Dolore per il mio comandante
Ma continuerò
Con questa rivoluzione

Per il lavoro nelle miniere
Devono pagarti bene
Lavori come nessuno
E mentre ne prendi uno
Il gringo ne prende cento

Per aver sofferto il boliviano
Un tale enorme sfruttamento
il Che gli ha dato il suo amore
E nonostante i Patiño
Farà un'altra rivoluzione

E nel frattempo
Per aver intervistato il Che
Viene processato un giornalista
Dai gorilla di uno stato
Che lo yankee mantiene in piedi

La soluzione in Bolivia
È uno dei migliori
Lascia che la gente prenda le armi
Che gli yankee vadano all'inferno
E il mascalzone al muro

Se nella lotta c'è un caduto
L'altro lo sostiene
Abito verde olivo
E politicamente vivo
Non possono uccidere il Che

Colomba guerrigliera
Porto nel cuore
Dolore per il mio comandante
Ma continuerò
Con questa rivoluzione
Traducendo ho notato riferimenti non noti a tutti:

Massacro del Catavi : Catavi è una miniera di stagno in cui vi furono due grandi massacri di minatori : nel 1942 e nel 1967

René Barrientos, generale boliviano che dopo il golpe contro Victorio Paz Estensorro nel 1961 privatizzò il sistema minerario boliviano tra cui la miniera del Catavi

Patiño, fa riferimento alla potente famiglia Patiño il cui fondatore era soprannominato il Rockfeller delle Ande

Contributed by Lucone - 2020/9/16 - 11:54



Main Page

Please report any error in lyrics or commentaries to antiwarsongs@gmail.com

Note for non-Italian users: Sorry, though the interface of this website is translated into English, most commentaries and biographies are in Italian and/or in other languages like French, German, Spanish, Russian etc.




hosted by inventati.org