Language   

Traversate

Alberto Marchetti
Language: Italian


Related Songs

Dafne
(Alberto Marchetti)
L'isola che se ne andò
(Alberto Marchetti)


2020

La musica dell'onda


Il mare è un’enorme promessa, è una prospettiva nuova che ha affascinato tutta la storia umana. Ma è anche un immenso camposanto dove, ai viaggiatori rampanti, ai capitani coraggiosi, agli sfortunati cercatori di fortuna, si aggiungono oggi, numerosi e anonimi, migliaia di disperati in fuga da fame e persecuzioni. L’occidente finge distrazione, protegge il suo benessere truffaldino e dimentica la globalità dei problemi. Presto faremo i conti con l’irrisolto.
A me basta una sola radice,
fiato da una sola narice,
basta il passo tagliato di un monco
e la secca corteccia di un tronco,
a me basta uno sguardo un po’ umano
e una pacca, una stretta di mano,
una spinta leggera, un saluto,
una sedia, un pur piccolo aiuto.

Muto penso a quell'ultima duna
e all'azzurro del mare raggiunto
volta al giusto l'alterna fortuna.
Attraverso il deserto ogni punto,

nell'abbaglio del sole, è un viandante
stramazzato e lasciato a seccare
e a segnare la pista. Incurante
di chi fosse io pensavo ad andare

senza fiato per dire. Ogni notte
a coprire le piaghe dal gelo,
ogni giorno seguendo le rotte
della tratta cenciosa, col cielo

giallo sabbia, il naso già al mare.
Oltre il mare non c'è il paradiso,
lo so già, l'ho sentito narrare
da chi ha avuto piagato il sorriso.

E quest’isola appena raggiunta
ponte di spaesata speranza
le ferite di taglio e di punta
non lenisce, e mi tiene a distanza.

A me basta una sola radice,
fiato da una sola narice,
basta il passo tagliato di un monco
e la secca corteccia di un tronco,
a me basta uno sguardo un po’ umano
e una pacca, una stretta di mano,
una spinta leggera, un saluto,
una sedia, un pur piccolo aiuto.

Contributed by Alberto Marchetti - 2020/9/9 - 14:33



Main Page

Please report any error in lyrics or commentaries to antiwarsongs@gmail.com

Note for non-Italian users: Sorry, though the interface of this website is translated into English, most commentaries and biographies are in Italian and/or in other languages like French, German, Spanish, Russian etc.




hosted by inventati.org