Language   

Il giardino dei pazzi

Federico Troiani
Language: Italian



1981
Album: Hotel Eden

Hotel Eden
I pazzi se ne stanno in un giardino strano
Coltivano le erbe e seminano grano
Sono tre anni che li controlliamo
Fanno rumore, ma, ma, ma, ma, ma, ma li perdoniamo

Sono partiti che era notte fonda
Via dalla città, veloci come un'onda
Le macchine, le case, tutte le proprietà
La vita organizzata, la cività

Ma come fanno i pazzi a stare là?
Beati noi, evviva la città
Coi marciapiedi luridi, gli alberi malati
Gli spari nella notte, gli sfratti, gli avvocati
Lo giuro, morirei se non vivessi qua
Beati noi, evviva la città!

I pazzi ci sorridono dai loro accampamenti
E ballano e suonano e sembrano contenti
Non sanno di esser pazzi a cercare l'avventura
Rinunciano al progresso pe, pe, pe, pe, pe, per la natura

Sopportano gli odori del bosco la mattina
Il canto degli uccelli, faticano in cucina
E l'aria sempre limpida, il sole troppo forte
Fanno l'amore sempre e poi e poi e poi e poi non hanno porte

Ma come fanno i pazzi a stare là?
Beati noi, evviva la città
Coi marciapiedi luridi, gli alberi malati
Gli spari nella notte, gli sfratti, gli avvocati
Lo giuro, morirei se non vivessi qua
Beati noi, evviva la città!

Contributed by Alberto Scotti - 2020/9/4 - 01:55



Main Page

Please report any error in lyrics or commentaries to antiwarsongs@gmail.com

Note for non-Italian users: Sorry, though the interface of this website is translated into English, most commentaries and biographies are in Italian and/or in other languages like French, German, Spanish, Russian etc.




hosted by inventati.org