Language   

Ormai lontano quel giorno fatale

Anonymous
Language: Italian

List of versions



Ho trovato in internet questo canto partigiano; non ho trovato indicazioni dell'autore (per questo l'ho indicato come di anonimo), ma mi sembra che il testo evidenzi delle influenze meridionali.
Vi si parla di partigiani (o più genericamente antifascisti) in carcere.
Ormai lontano quel giorno fatale
come bestie venimmo graditi
da gente infamma incivil senza cuori
e condannati a un duro lavor
da gente infamma incivil senza cuori
e condannati a un duro lavor

La feroce di tale canaglia
si scatenava con grande furore
che con pistolli pugnali e mitraglia
sui nostri corpi cercavan sfogar
che con pistolli pugnali e mitraglia
sui nostri corpi cercavan sfogar

Quante più volte eravam torturati
perché una fedia [?] avevamo in Badoglio
nel nostro sangue esisteva l’orgoglio
dei martoriati ma non traditor
nel nostro sangue esisteva l’orgoglio
dei martoriati ma non traditor

Un po’ d’acqua e un tozzo di pane
da quelle tigre veniva a noi dato
un po’ di rancio rifiuto dei cani
ventiquattr’ore doveva bastar
un po’ di rancio rifiuto dei cani
ventiquattr’ore doveva bastar

Alla sera al tramonto del sole
stanchi affamati a cessava il lavoro
deboli e lenti si faceva ritorno
per confortare sulle assi il dolor
deboli e lenti si faceva ritorno
per confortare sulle assi il dolor

Finalmente nel mese di aprile
in lontananza s’udiva un fragor
noi si attendeva con ansia febbrile
l’ora e il momento dei liberator
noi si attendeva con ansia febbrile
l’ora e il momento dei liberator

Finalmente la guerra è finita
e l’Europa si è ben dissanguata
noi ritorniamo alla madre sognata
è terminato il nostro soffrir
noi ritorniamo alla madre sognata
è terminato il nostro patir.

Contributed by Renato Stecca - 2007/7/4 - 08:02


ho trovato questo brano su:
La Resistenza dell'Emilia Romagna
nei canti, nelle testimonianze, nei documenti
Dischi del Sole (2 Lp) DS502/4 e DS505/7

Le note di copertina indicano:

Ormai lontano quel giorno fatale - Vignola, Modena (cantano Mario Gibellini "Baratieri" e Romeo Belugani)

Il testo riportato è il seguente:

Ormai lontano quel giorno fatale
come bestie venimmo 'graditi
da gente infamma incivil senza cuori
e condannati a un duro lavor
da gente infamma incivil senza cuori
e condannati a un duro lavor

La feroce vitalle canaglia
si scatenava con grande furore
che con pistolli pugnalli e mitraglia
sui nostri corpi cercavan sfogar
che con pistolli pugnalli e mitraglia
sui nostri corpi cercavan sfogar

Quante più volte eravam torturati
perché una fedi avevamo in Badoglio
nel nostro sangue esisteva l’orgoglio
dei marturiati ma non traditor
nel nostro sangue esisteva l’orgoglio
dei marturiati ma non traditor

Un po’ d’acqua e un tozzo di pane
da quelle tigre veniva a noi dato
un po’ di rancio rifiuto dei cani
ventiquattr’ore doveva bastar
un po’ di rancio rifiuto dei cani
ventiquattr’ore doveva basta

Alla sera al tramonto del sole
stanchi affamati accessava 'l lavoro
deboli e lenti si faceva ritorno
per confortare sulle assi il dolor
deboli e lenti si faceva ritorno
per confortare sulle asse il dolor

Finalmente nel mese di aprile
in lontananza schiudeva 'n fragor
noi si attendeva con ansia febbrile
l’ora e il momento dei liberator
noi si attendeva con ansia febbrile
l’ora e il momento dei liberator

Finalmente la guerra è finita
e l’Europa si è ben dissanguata
noi ritorniamo la madre sognata
è terminato il nostro soffrir
noi ritorniamo la madre sognata
è terminato il nostro soffrir

noi ritorniamo alla madre sognata
è terminato il nostro patir

Non sono presenti indicazioni sul significato, proverò ad azzardare:

quel giorno fatale : il 9 settembre del '43 o successivi

come bestie : caricati sui carri bestiame

da gente infamma : dai tedeschi

perchè una fedi avevamo in Badoglio : erano soldati che non avevano accettato di collaborare coi tedeschi o con la repubblica
altro significato : una formazione partigiana badogliana

stanchi affamati accessava il lavoro : i lavori forzati cui venivano costretti gli "internati militari italiani" come pure i prigionieri politici

per confortar sulle assi il dolor : le tavole delle baracche su cui dormivano i prigionieri.

in lontananza schiudeva 'fragor : forse dai campi di concentramento della germania udivano il rumore della battaglia o giungevano gli echi della prossima liberazione.

that's all folks.

gianfranco - 2014/11/16 - 22:28


Discografia - LA RESISTENZA DELL'EMILIA ROMAGNA nei canti, nelle testimonianze, nei documenti.
dischi del Sole DS 502/4 e DS 505/7



hLa Resistenza dell'Emilia Romagna01. Figli di Nessuno
Cittanova di Modena (coro dell'osteria "Da Lui" di Cittanova di Modena)

02. Inno di Garibaldi
Bondeno, Ferrara (Coro bandistico "G.Verdi" di Scortichino di Bondeno, Ferrara, diretto dal M.o Antonio Cevolani)

03. La Brigata Garibaldi
(canta e suona Giovanna Daffini, al violino Vittorio Carpi)

04. La Brigata Garibaldi
Mirandola, Modena (Banda cittadina di Mirandola, diretta dal M.o Serafino Zilioli)

05. Canta di Matteotti
Alfonsine, Ravenna (canta Marco Faccani)

06. Canto Dei Lavoratori
Bondeno, Ferrara (Coro bandistico "G.Verdi" di Scortichino di Bondeno, Ferrara, diretto dal M.o Antonio Cevolani)

07. Ormai Lontano Quel Giorno Fatale
Vignola, Modena (cantano Mario Gibellini "Baratieri" e Romeo Belugiani)

08. Sul Monte di Bastiglia
Vignola, Modena (cantano Silvio Bartolomasi, Nello Cassinelli, Sergio Todeschini, Tonino Todeschini)

09. Dalle Belle Citta
Carpi, Modena (Complesso bandistico "Città di Carpi", diretto da M.o Arialdo Neri)

10. La Canzone di Marzabotto
Ponticelli di SanPietro in Casale, Bologna (cantano Agostino Maini, Edera Pettazzoni e coro)

11. Fischia Il Vento
Carpi, Modena (Complesso bandistico "Città di Carpi", diretto da M.o Arialdo Neri)

12. Io Sono Nata Na Campagnola
Vignola, Modena (cantano Silvio Bartolomasi, Nello Cassinelli, Sergio Todeschini, Tonino Todeschini)

13. Pratica e Grammatica
Conversazione con papà Cervi - Campegine, Reggio Emilia

14. Compagni Fratelli Cervi
(canta e suona Giovanna Daffini, al violino Vittorio Carpi)

15. Su pei Monti
Russi, Ravenna (canta Lino Bondi "Andrea")

16. Lotta di Classe e Lotta di Liberazione
Intervista con Arrigo Boldrini "Bulow" - Ravenna

17. Allo Spuntar dell'alba
Lavezzola di Conselice, Ravenna (Cantano Adelina Andreghetti, Cilla Andreghetti, Giuliana Arniani, Maria Bassi, Costanza Bollini, Costanza Bolognesi, Ilva Calderoni, Lina Calderoni, Teresa Danieli, Romilda Domenicali, Lola Lama, Angelina Zamella)

18. L'internazionale
Mirandola, Modena (Banda cittadina di Mirandola, diretta dal M.o Serafino Zilioli)

19. Stoppa e Vanna
Santa Sofia, Forlì (cantano Mario Anagni, Mirella Balzoni, Giovanni Flamini, Artico Graziani, Ateo Quadrini, Liviana Rossi, Roberto Rossi, Francesco Versari)

20. Armata Rossa
Filo d'Argenta, Ferrara (Corpo bandistico di Conselici, Ravenna, diretto dal M.o Corradi Zaccari)

21. Cosa Rimiri Mio Bel Partigiano
Fidenza, Parma (cantano Orlando Curato, Dino Dall'Asta, Achille Franzini, Silvio Idi, Giuseppe Tirelli)

22. Fate Largo che Passa il Lavor
Filo d'Argenta, Ferrara (Corpo bandistico di Conselici, Ravenna, diretto dal M.o Corradi Zaccari)

23. Mi Avete Incatenato
Conselice, Ravenna (cantano Elmo Negri, Aldo Randi, Luigi Sangiorgi)

24. Tutti Quei Monti Che Io Cavalcai
Fidenza, Parma (cantano Orlando Curato, Dino Dall'Asta, Achille Franzini, Silvio Idi, Giuseppe Tirelli)

25. Dopo Tre Giorni di Strada Asfaltata
Lavezzola di Conselice, Ravenna (Cantano Adelina Andreghetti, Cilla Andreghetti, Giuliana Arniani, Maria Bassi, Costanza Bollini, Costanza Bolognesi, Ilva Calderoni, Lina Calderoni, Teresa Danieli, Romilda Domenicali, Lola Lama, Angelina Zamella)

26. La Guardia Rossa
Filo d'Argenta, Ferrara (Corpo bandistico di Conselici, Ravenna, diretto dal M.o Corradi Zaccari)

27. Son Proletari I Partigiani
Bologna (canta Ernesto Venzi "Nino")

28. Lassù Sulle Montagne di Bolgna
Vignola, Modena (cantano Silvio Bartolomasi, Nello Cassinelli, Sergio Todeschini, Tonino Todeschini)

29. Bella Ciao
Carpi, Modena (Complesso bandistico "Città di Carpi", diretto da M.o Arialdo Neri)

30. Vecchia e Nuova Resistenza
Intervista con Mario Ricci "Armando" - Pavullo, Modena

31. 8-Luglio-60 Reggio Emilia (suoni dalle manifestazioni, spari e grida)
Per I Morti di Reggio Emilia
(canta e suona Fausto Amodei)

Registrazioni originali effettuate presso le localita' su indicate
Riversioni e montaggio effettuati presso l'Istituto De Martino, Milano. Edizioni del Gallo s.p.a.

2014/11/18 - 17:41



Main Page

Please report any error in lyrics or commentaries to antiwarsongs@gmail.com

Note for non-Italian users: Sorry, though the interface of this website is translated into English, most commentaries and biographies are in Italian and/or in other languages like French, German, Spanish, Russian etc.




hosted by inventati.org