Language   

San Quentin

Johnny Cash
Language: English

List of versions

Watch Video


Johnny Cash esegue la canzone nel carcere di San Quentin. Si noti il boato del pubblico di detenuti al verso "San Quentin, I hate every inch of you."


More videos...


Related Songs

Austin Prison
(Johnny Cash)
Giro d'Italia
(Marco Valdo M.I.)
Midnight Special
(Lead Belly)


Lyrics and Music by Johnny Cash
Recorded: February 24, 1969
Testo e musica di Johnny Cash
Registrata il 24 febbraio 1969


Johnny Cash a San Quentin, 1969.
Johnny Cash a San Quentin, 1969.
San Quentin I hate every inch of you
San Quentin I hate every inch of you


" I was thinking about you guys yesterday. I've been here three times before, and I think I understand how you feel about some of the things. It's none of my business how you feel about some of the things, and I don't give a damn about how you feel about some of the things. But anyway, I tried to put myself in your place and I believe this is how I would feel about San Quentin

Johnny Cash @San Quentin, 1969

*

Le registrazioni [di Cash] nelle carceri di San Quentin e Folsom alternano nostalgia della casa e della famiglia, speranza di salvezza religiosa, e "virile" ribellione e sopportazione - gli atteggiamenti ricorrenti fra questa estrema figura dell'emarginato e dell'oppresso, i carcerati.

La sua canzone più aggressiva, "San Quentin", contiene esattamente questa ambivalenza: da un lato, l'io narrante dichiara la sua fierezza per non essersi lasciato trasformare dal carcere e dall'altro esprime il rimpianto di non essere cambiato. Nel disco registrato dal vivo a San Quentin, questa canzone è seguita da un celebre brano gospel, Peace In The Valley, che esprime lo stesso atteggiamento in termini di religiosità anziché di rivolta.

Alessandro Portelli "Cristiani che bevono birra. Countri music e ambiguità nella cultura operaia americana" ne "I giorni cantati", n. 5, primavera 1984.
San Quentin, you've been livin' hell to me
You've hosted me since nineteen sixty three
I've seen 'em come and go and I've seen them die
And long ago I stopped askin' why

San Quentin, I hate every inch of you.
You've cut me and have scarred me thru an' thru.
And I'll walk out a wiser weaker man;
Mister Congressman why can't you understand.

San Quentin, what good do you think you do?
Do you think I'll be different when you're through?
You bent my heart and mind and you may my soul,
And your stone walls turn my blood a little cold.

San Quentin, may you rot and burn in hell.
May your walls fall and may I live to tell.
May all the world forget you ever stood.
And may all the world regret you did no good.

San Quentin, you've been livin' hell to me.

Contributed by Riccardo Venturi - 2007/6/15 - 23:40



Language: Italian

Versione italiana di Lorenzo Masetti
...che ha recentemente trovato al famoso mercatino l'LP di Johnny Cash a San Quentin
SAN QUENTIN

San Quentin, sei stato per me un inferno in terra
Mi hai ospitato dal 1963
Li ho visti andare e venire e li ho visti morire
E già da tempo ho smesso di domandare perché

San Quentin, odio di te ogni centimetro
Mi hai ferito e sfregiato nel profondo
E uscirò più saggio e più fragile
Signor deputato perché non capisce?

San Quentin, che bene pensi di fare
Pensi che sarò diverso quando avrai finito con me?
Mi hai piegato il cuore e la mente e forse anche l'anima
E i tuoi muri di pietra mi fanno un po' gelare il sangue.

San Quentin, che tu possa marcire e bruciare all'inferno
che le tue mura possano crollare e possa io sopravvivere per raccontarlo
Possa il mondo intero dimenticare che tu sia mai esistito
E possa il mondo intero rimpiangere che non sei servito a niente

San Quentin, sei stato per me un inferno in terra

2008/6/2 - 00:52


"Nonno" Cash ci manca ogni giorno... inarrivabile. Questa è pura poesia.

Alberto - 2010/2/18 - 18:58


che signore.. geniale.

Luca - 2011/11/13 - 12:33


Sono nato nell'era sbagliata, lo giuro

Niccolò - 2012/9/22 - 12:16


Io volevo nascere ai tempi delle guerre puniche e possibilmente romano.. anche se bisona riconosere che per mare i cartaginesi erano piu forti.

Geppino - 2012/9/22 - 19:35



Main Page

Please report any error in lyrics or commentaries to antiwarsongs@gmail.com

Note for non-Italian users: Sorry, though the interface of this website is translated into English, most commentaries and biographies are in Italian and/or in other languages like French, German, Spanish, Russian etc.




hosted by inventati.org