Lingua   

Il topo (Signore delle Fogne)

Ivan Graziani
Lingua: Italiano



Sono un topaccio dei bassifondi
Mangio di tutto, anche poliuretano
E fu così che andando a caccia
Mi sono ritrovato in una casa signorile

Ma chi l'avrebbe detto
Chi sospettava
Che stavo andando
Proprio incontro al mio destino

Mi hanno incastrato
Intrappolato
Poi mi han buttato
Nella gabbia di un pitone vivo

Lui si è mosso
Appena mi ha visto
Ero proprio io
La sua colazione

Lui mi voleva
Ipnotizzare
Poi l'ho sentito
Che era pronto ad attaccare

Signore delle fogne
Aiutami tu
Perché devo morire
Dimmelo tu, proprio quaggiù?

Coi gatti e con le scope
Me la cavo, lo sai
Ma un pitone e chi l'ha visto mai?
Io mai!

Lui si dondola un po', arretro
Poi salta dritto su me, mi sposto
Picchia duro la testa sul vetro
Resta stecchito lì, contorto

Con tutta calma
L'ho divorato
Non proprio tutto
Non sono mica esagerato

E i suoi padroni
Che bella festa
Hanno trovato
Il pitone senza testa
Il pitone senza testa
Senza testa

Signore delle fogne
Sei grande, lo sai!
C'è una logica in tutto
Anche se tu, tu non la vuoi

C'è chi vuol fregare
E rimane fregato
Come quel pitone
Che ho divorato, digerito...


Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org