Lingua   

Sette abeti

Mauro Punteri
Lingua: Italiano



Sette abeti giù per terra e un mitra nelle vene
Cento passi a primavera con i piedi nella neve
Sulla strada per Voglari ma qualcosa mi trattiene
Sette abeti spezzati tutti in fila nella neve

Son passati dieci anni quando con ostinazione
Lungo i ripidi sentieri rintronava il cannone
E le raffiche di mitra eran cosa già sentita
Come il tuono € il temporale eran cosa abituale

Ciao ciao ciao amore ciao tornerò
Ciao ciao ciao compagni ciao a presto ciao

Quando in testa alla Brigata mi voltavo a salutare
Con un cenno della mano li sentivo sussurrare
Lentamente le tue ultime parole
Riguardati e ritorna oh mio caro amore

E alla fine della guerra non rimane che il dolore
Che mi porto sottopelle e un rimorso che non muore
Quello amaro della vita quello non è mai finita
Quello che temuta morte sei la cosa più gradita

Ciao ciao ciao amore ciao tornerò
Ciao ciao ciao compagni ciao a presto ciao

Sette abeti giù per terra e un mitra nelle vene
Rose rosse color sangue e una pietra nella neve
Sento Lidia che mi chiama pallida e serena
Sette abeti la sua tomba e una luna piena


Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org