Language   

Not dè guèra

Selvaggi Band
Language: Italian (Lombardo bresciano)

List of versions


Related Songs

Christmas 1914
(Mickey MacConnell)
It Could Happen Again
(Collin Raye)
Il filo
(Milo Brugnara)


[2011]
Testo e musica / Lyrics and music / Paroles et musique / Sanat ja sävel: Selvaggi Band
Album / Albumi: Quart dè lüna
luna

Una storia vera che racconta la vicenda trascorsa sul fronte di guerra la notte di natale dell'anno 1914/1915 tra italiani e austriaci. La scena si svolge sul monte Col del Rosso, nei pressi del Monte Grappa: gli italiani uscirono in pattuglia e, quando si trovarono alle spalle il nemico, si rassegnarono ormai alla tragedia, ma per miracolo gli austriaci decisero di lasciare le armi e scambiare con gli italiani il segno di PACE.
Bianche le ai co la néf ai gambai
pah ne la not hpére dè mia ‘n cuntrai
tra i hentér e ram piegacc
iè tӧi dè lùr

Èl dih “l’è nahit” ma me go mia capit
mezanot e forhe ì’è ‘n césa al paih
hè vet èn cantunhi ripar al cunfì

Det ne la grota hcalda le ma
pohta ‘l füsil ho za dre a pregà
candéle e mortai la not del traai

Én ciapilì dè tèra ‘n ma
Én pütilì che hcalda ‘l giah
Én ciapilì dè tèra ‘n ma
Én toc dè cör chè ‘l turna a ca

A baita ghè i hoci me che a regordai
penhe a la hpusa e cancèle i mai
che ghè piö gnè holdacc

Ma a olte èl destino l’è prope catif
prega ‘l Hignur hè te he amò if
deré ria èl diaol hom za nel mirì

Mama ho còt toca la mort
quando èn dè ‘n atimo
i mola i sciòp
miracol dè not la guèra che pèrt co ‘l Hignur

Én ciapilì dè tèra ‘n ma
Én pütilì che hcalda ‘l giah
Én ciapilì dè tèra ‘n ma
Én toc dè cör chè ‘l turna a ca

Htöria dè ‘na nòt cuarciada dè bianc
Htöria dè ‘na guèra perdida nèi leber
Adèh ghè piö vincitori gna perdenti
Rispèt e amur tra le genti

Contributed by Dq82 + Giovanni Pintossi - 2020/1/7 - 12:17




Language: Italian

Traduzione italiana / Italian translation / Traduction italienne / Italiankielinen käännös
NOTTE DI GUERRA

Bianche le valli con la neve agli stivali
passi nella notte, spero di non incontrarli
tra sentieri e rami piegati
son tutti di loro

Dice "è nato" ma io non capisco
mezzanotte e forse al paese sono in chiesa
si vede un anfratto a riparo dal confine

Dentro la grotta scaldiamo le mani
appoggio il fucile e sto già pregando
candele e mortai la notte del travaglio

Un poco di terra in mano
Un bambino che scalda il ghiaccio
Un poco di terra in mano
Un pezzo di cuore torna a casa

A casa ci sono gli amici e io li ricordo tutti
penso alla moglie e cancello i rancori
pare quasi di non essere soldati

ma a volte il destino è proprio cattivo
prego il Signore se sono ancora vivo
dietro arriva il nemico, siam già nel mirino

Sono esausto e sto toccando la morte
ma ad un tratto
Il nemico molla i fucili
miracolo questa notte la guerra perde contro il Signore

Un poco di terra in mano
Un bambino che scalda il ghiaccio
Un poco di terra in mano
Un pezzo di cuore torna a casa

Storia di una notte coperta di bianco
Storia di una guerra persa nei libri
Ora non c’è più vincitore né perdente
Rispetto e amore tra gli uomini

Contributed by Dq82 + Giovanni Pintossi - 2020/1/7 - 12:18




Language: English

English version / Versione inglese / Version anglaise / Englanninkielinen versio:
Riccardo Venturi, 09-01-2020 09:06

"A true story that tells what happened on the war front on Christmas eve of 1914/1915 between Italians and Austrians. The scene takes place on Mount Col del Rosso, near Mount Grappa: the Italians went out on patrol and, when they found the enemy behind them, they resigned themselves to the tragedy. By a miracle, the Austrians decided to leave their weapons and exchange with the Italians the sign of PEACE."
WAR NIGHT

White are the valleys, boots sinking in snow,
Steps are heard in the night, I hope I don't meet them
Among woodpaths and bent branches
It's only their steps you can hear

He says “he's born”, but I don't understand
It's midnight, and maybe all villagers are in church
When we notice sort of cave sheltered from borderline front

We warm our hands in the cave
I put my gun aside, I'm already praying
Candles and mortars the night when birth is due

A clod of earth in my hands
A newborn baby giving warmth in the frost
A clod of earth in my hands
A piece of my heart is coming back home

There are my friends home, and I remember them all
I'm thinking of my wife and chase away all ill feelings
It almost seems we aren't soldiers

But fate may be really evil sometimes
I pray the Lord above that I am still alive
The enemy's coming behind us, we're already in sight

I am so tired and feeling death
But the enemies
Unexpectedly lay their guns aside, it's a miracle,
This night, the war is bound to lose against the Lord

A clod of earth in my hands
A newborn baby warming in the frost
A clod of earth in my hands
A piece of my heart is coming back home

That's the story of night when all was covered in white,
The history of a war that was lost in books
No winner, no loser anymore now
But respect and love among men.

2020/1/9 - 09:07


Ringraziamo Giovanni Pintossi per averci mandato i testi

CCG/AWS Staff - 2020/1/7 - 12:40



Main Page

Please report any error in lyrics or commentaries to antiwarsongs@gmail.com

Note for non-Italian users: Sorry, though the interface of this website is translated into English, most commentaries and biographies are in Italian and/or in other languages like French, German, Spanish, Russian etc.




hosted by inventati.org