Language   

31 dicembre

Flavio Oreglio
Language: Italian


Related Songs

Il reduce
(Davide Van De Sfroos)
Kabul
(Flavio Oreglio e Luf)
Bare a vela
(I Luf)


2003
Il Momento È Catartico...E Ci Chiamano Poeti
Il Momento È Catartico...E Ci Chiamano Poeti

Flavio Oreglio era già sul nostro sito in coppia con Luf o con Davide Van De Sfroos, questa canzone di cabaret che prende per il culo le feste di fine anno la inserisco per augurare un buon anno a tutto lo staff delle CCG, e a tutti i collaboratori, quelli storici, quelli andati, quelli nuovi...
E la inserisco come CCG sia per il riferimento a Radetzky sia per i botti di Capodanno, che troppe volte portano anche morti (2 quest'anno)...
Un altro annio è andato è stato un anno brutto
però stasera è festa e ci dimentichiamo tutto
prima della festa c'è un'ultima emozione
è il nostro presidente col discorso alla nazione
a reti unificate lui parla agli italiani
che ascoltano e si stringono i coglioni tra le mani

E' il primo di gennaio proposto dall'antenna
concerto dell'orchestra filarmonica di Vienna
la marcia di Radetzky, sorrisi e battimani
per lui che era un bastardo e che ha ammazzato gli italiani
siamo un popolo di pirla che si dichiara pacifista
e che festeggia l'anno nuovo con un inno a uno stragista

Forse l'anno nuovo porterà serenità
Forse l'anno nuovo un po' più furbi ci farà
Spero che mi porti tanto amore ed atti impuri
lo spero anche per voi con tanti auguri

Alla festa di quest'anno c'è l'ingegnere Tavolazzi
esimio progettista di ... controcazzi
non l'ho mai visto così fuori, solitamente è molto serio
non so se è colpa della festa o è soltanto il climaterio
ha lo spumante in mano ed è già pronto per il botto
impugna la bottiglia sembra Lancillotto

E la moglie sessantenne si mette dietro alla sua spalla
per evitare il tappo che non si sa mai dove rimpalla
lei ride divertita lui stappa in euforia
ma gli rimane il tappo in mano e la bottiglia parte via
centrata in piena fronte la moglie sbatte contro il muro
quel posto lì non era poi così sicuro

Forse l'anno nuovo porterà serenità
Forse l'anno nuovo un po' più furbi ci farà
Spero che mi porti tanto amore ed atti impuri
lo spero anche per voi con tanti auguri

C'è chi mangia le lenticchie perché fortuna porteranno
gli cade il piatto sulle gambe vaffanculo il Capodanno
e c'è chi vuole far casino e spara un fuoco artificiale
ma si ritrova senza un dito in una stanza d'ospedale
arriva l'infermiere che lo cura e fugge via
c'è pieno di pirla così di là in corsia

C'è chi fischia in un orecchio soffiando dentro a una trombetta
che gliela ficcheresti in gola insieme a tutta la linguetta
e c'è chi balla brasileiro, chi vuole musica barocca
chi con la scusa del trenino palpa il culo ad una gnocca
son le ultime miserie di un anno andato male
probabilmente l'anno nuovo sarà uguale

Forse l'anno nuovo porterà serenità
Forse l'anno nuovo un po' più furbi ci farà
Spero che mi porti tanto amore ed atti impuri
lo spero anche per voi con tanti auguri

son le ultime miserie di un anno andato male
probabilmente l'anno nuovo sarà uguale

Contributed by Dq82 - 2020/1/1 - 12:36



Main Page

Please report any error in lyrics or commentaries to antiwarsongs@gmail.com

Note for non-Italian users: Sorry, though the interface of this website is translated into English, most commentaries and biographies are in Italian and/or in other languages like French, German, Spanish, Russian etc.




hosted by inventati.org