Language   

La corsa di Miguel

Ernesto Bassignano
Language: Italian


Related Songs

La isla de la buena memoria
(Alejandro Lerner)
Todo cambia
(Julio Numhauser)
Le bombe
(Ernesto Bassignano)


2018
Inedito

LA CORSA DI MIGUEL è nata in un viaggio, nell'estate del 1998. In una Buenos Aires piovosa e invernale, un giornalista italiano, Valerio Piccioni della Gazzetta dello sport, entra in una libreria di Calle Corrientes, la via dei libri, dei teatri e dei caffè. Da li iniziò questo fantastico viaggio...

La storia della Corsa di Miguel parte il 9 gennaio del 2000, una data tutt’altro che casuale: proprio il 9 gennaio del 1978 Miguel Sanchez, podista e poeta argentino, venne rapito da un commando paramilitare, diventando uno dei quasi 30.000 desaparecidos vittime della dittatura.
Con la gara italiana si svolge una omologa corsa a Buenos Aires, la "Carrera de Miguel", in calendario nel mese di marzo, nella domenica più vicina all'anniversario del colpo di stato militare argentino del 24 marzo 1976.



L'8 gennaio 1978 il giovane Miguel Benancio Sanchez nel pieno della notte era stato prelevato da un manipolo di uomini armati e capelli dal taglio militaresco: modi bruschi e poche parole, avevano rovistato nei cassetti e nelle borse, lo avevano caricato su una Ford Falcon e se l'erano portato via, inabissandosi nel buio. Un'oscurità dalla quale Miguel non riemergerà mai più. Desaparecido: il marchio di fabbrica che ha sfregiato per sempre la storia dell'Argentina. Scomparso negli anni drammatici della dittatura militare di Jorge Rafael Videla. Repressione, rapimenti, torture, la farsa dei Mondiali di Calcio, le madri di Plaza de Mayo; poi il ritorno della democrazia, i processi, i retroscena di una crudeltà inaudita.

La notte del rapimento, Miguel era appena tornato dall'Uruguay dove aveva partecipato alla Carrera di Maldonado e, qualche giorno prima, aveva gareggiato a San Paolo del Brasile nella storica Carrera di San Silvestre. Non era un campione, ma a 25 anni si era comunque messo in mostra nel panorama del running argentino. Per le sue doti sportive e, in più, per le sue capacità letterarie. Perché Miguel, oltre a lavorare in banca, ad allenarsi e a guardare con passione e preoccupazione alla situazione politica dell'Argentina (iscritto alla gioventù peronista, ma senza tempo per la militanza), era un poeta. Proprio alla vigilia della corsa di San Silvestro, un quotidiano brasiliano aveva pubblicato una sua poesia. Eccola, leggiamola tutti per ricordare Miguel e per celebrare la libertà e la democrazia:

"Per te, atleta.
Per te che sai di freddo,
di calore,
di trionfi e di sconfitte,
che no, non lo sono.
Per te che hai il corpo sano,
l'anima larga e il cuore grande.
Per te che hai molti amici,
molti aneliti,
l'allegria adulta,
il sorriso dei bambini.
Per te che non sai né di gelo né di sole,
né di pioggia né di rancori.
Per te, atleta,
che traversasti paesini e città,
unendo Stati nel tuo andare.
Per te, atleta, che disprezzi la guerra e sogni la pace".
repubblica.it
E correvi correvi correvi
e correndo pensavi parole
e sognavi una grande Argentina
che tornava a risplendere al sole

E correvi correvi correvi
e correndo pensavi poesia
una notte han bussato alla porta
ti han preso e portato via

Siamo in tanti Miguel che corriamo
perché siamo un mondo che corre Miguel
in milioni corriamo perché
una corsa che parla di te

E correvi correvi correvi
e pensavi poesie per la pace
da quel giorno che ti hanno fermato
siamo noi solo noi la tua voce

E correvi correvi correvi
e correndo pensavi poesia
una notte han bussato alla porta
ti han preso e portato via

Siamo in tanti Miguel che corriamo
in milioni corriamo perché
perché siamo un mondo che corre Miguel
una corsa che corre con te

Siamo in tanti Miguel che lottiamo
come avresti voluto tu
per un mondo di pace e giustizia
e ogni giorno saremo di più

E correvi correvi correvi
a fermarti non pensavi mai
da quel giorno che tu sei scomparso
la tua corsa la corriamo noi

Siamo in tanti Miguel che corriamo
in milioni corriamo perché
perché siamo un mondo che corre Miguel
una corsa che corre con te

Siamo in tanti Miguel che lottiamo
come avresti voluto tu
per un mondo di pace e giustizia
e ogni giorno saremo di più

Contributed by Dq82 - 2019/3/16 - 19:45



Main Page

Please report any error in lyrics or commentaries to antiwarsongs@gmail.com

Note for non-Italian users: Sorry, though the interface of this website is translated into English, most commentaries and biographies are in Italian and/or in other languages like French, German, Spanish, Russian etc.




hosted by inventati.org