Language   

Canzone per Beirut

Eugenio Bennato
Languages: Italian, English


Related Songs

Il sorriso di Michela
(Eugenio Bennato)
L'uomo che verrà [Nannarè]
(Eugenio Bennato)
Il paese dei balocchi
(Edoardo Bennato)


Dall'album "Sponda sud" del 2007
Sponda Sud

Costruita quasi in diretta in Libano, partendo da una scritta in inglese vista sul muro "Can't stop stars from shining or Beirut from raising" che inizia a martellare in testa ad Eugenio finché diventa canzone, delicata, triste e assolutamente presente. Quasi giornalismo canoro.
(Giorgio Maimone su Bielle)
Cade dal cielo una pioggia scura
passa l’aereo che porta la paura
Passa l’aereo che spara sulla terra
ma il suo rumore non copre la chitarra

Can’t stop stars from shining
or Beirut from rising
non c’è più niente
dove c’era il ponte
Can’t stop stars from shining
or Beirut from rising
nessun colore
dove c’era il mare

Spiaggia deserta, gioca una bambina
ma il suo pupazzo può essere una mina
ma nel suo sguardo grande come il mare
c’è tutta Beirut che si vuol rialzare

Can’t stop stars from shining
or Beirut from rising
passa la guerra
col suo squallore
Can’t stop stars from shining
or Beirut from rising
la guerra passa
Beirut non muore

Passa la pioggia
innaturale
Can’t stop stars from shining
or Beirut from rising
Beirut ritorna
a scintillare

Contributed by adriana - 2007/4/28 - 12:34



Main Page

Please report any error in lyrics or commentaries to antiwarsongs@gmail.com

Note for non-Italian users: Sorry, though the interface of this website is translated into English, most commentaries and biographies are in Italian and/or in other languages like French, German, Spanish, Russian etc.




hosted by inventati.org