Lingua   

Il Disertore

Mimmo Mòllica
Lingua: Italiano


Ti può interessare anche...

La Pace, filastrocca che piace
(Mimmo Mòllica)
Le Déserteur du régiment d'Auvergne
(Tarentule)


Immagina non ci siano nazioni, non è difficile da fare,
niente per cui uccidere e morire e nessuna religione.
Immagina tutta la gente che vive in pace...
(John Lennon, Imagine)

Diamo una possibilità alla pace.

«Il Disertore» di Mimmo Mòllica - Proprietà letteraria Molica Colella Domenico ©2018 – ® Tutti i diritti sono riservati
A che serve disperarsi
se t’han detto di partire,
quando quelli hanno deciso
non c’è niente da capire,
mercenario o condottiero
non fa molta differenza:
l’ambizione del potere
non ha troppa preferenza.

E il suo viso è là davanti,
cosa importa d’esser vile?
maledetta libertà
conquistata col fucile,
con disprezzo della vita
o con l’odio del ribelle,
con la forza dell’istinto
di chi tiene alla sua pelle,
col comando imperativo:
grazie al cielo se sei vivo.

Nella casa di campagna,
proprio dietro la collina,
c’è una donna che t’aspetta
e addormenta una bambina:
“Dormi, dormi figlia mia
che già fuori è buio pesto,
dormi, dormi figlia bella
che papà tornerà presto”.

Nel tuo letto un posto vuoto
come un giorno di vacanza,
nel tuo cuore l’illusione
cerca l’ultima speranza,
tu abbandoni il tuo fucile
mentre ormai scende la sera,
la tua donna s’addormenta
recitando una preghiera:
l’ambizione non è amore,
torna a casa il disertore.

È la libertà che vola,
è la libertà che va,
è la libertà che vola,
benedetta libertà.

inviata da Mimì - 20/12/2018 - 15:07



Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org