Language   

1958

Matteo Passante
Language: Italian



2017
Il grande stupore
stupore

All'Expo del 1958, a Bruxelles, vennero esposti 400 Congolesi in una sorta di zoo. Per l'EXPO venne costruito l'Atomium.


Per rappresentare l'Africa si decise di portare 400 congolesi che rappresentassero le condizioni di vita primitive del Congo. Bisogna ricordare che: “Il Re del Belgio Leopoldo II che aveva trasformato il Congo in un inferno, una immensa fabbrica di una materia prima strategica che a quei tempi era il caucciù, una preziosa resina che doveva rivoluzionare l’industria europea. Proprio perché il caucciù era così prezioso il sovrano del Belgio costringeva le tribù locali a estrarne in grandi quantità e a trasportarle fino al mare per rifornire le industrie europee. Per ottenere questi livelli di produzione intere tribù venivano decimate per “convincere” i superstiti a rispettare i quantitativi richiesti dalle stazioni commerciali che Leopoldo aveva piazzato sulle sponde del fiume Congo“
E' sempre colpa di un good year
e di quelli che han pisciato
in testa a quelli che potevano e dovevano
avere più ricchezza
invece conquistati, umiliati
e presi anche a sprangate
si son fottuti tutto
si son fottuti tutto

1958
esposizione etnica nel centro dell'Europa
oggi è il giorno di questi congolesi
piccole creature che somigliano a bambini
ma sono animaletti tutti neri e sono cretini
ma, voi ditemi cosa state aspettando
date un biscottino al felino del Congo

Mentre in Italia si cantava Volare
in Europa era prassi continuare a umiliare
senza farsi domanda era tutto normale
chi conquista detiene il linguaggio globale

Mentre in Italia si cantava Volare
in Europa era prassi continuare a umiliare
senza farsi domanda era tutto normale
chi conquista detiene il linguaggio...

Matematica non serve proprio a nulla
se prima non impari a rispettare tutti gli altri
se prima non impari a rispettare tutti gli altri
Matematica non serve proprio a nulla
se dentro l'integrale non ci metti l'integrare
i popoli che hanno attraversato a nuoto il mare
ma allora rimani stupido per tutta la vita
e allora dillo che non vuoi imparare, imparare, imparare

Mentre in Italia si cantava Volare
in Europa era prassi continuare a umiliare
senza farsi domanda era tutto normale
chi conquista detiene il linguaggio globale

Mentre in Italia si cantava Volare
in Europa era prassi continuare a umiliare
senza farsi domanda era tutto normale
chi conquista detiene il linguaggio...

Fare di tutta l'erba un fascio e poi bruciare
le streghe tutte nere e i giacimenti d'oro
ci han reso tutti ricchi, colonialisti misti
mentre lì allo specchio i metalli tutti secchi
vanità di vanità

in Europa era prassi continuare a umiliare
chi conquista detiene il linguaggio globale
in Europa era prassi continuare a umiliare
chi conquista detiene il linguaggio ...

Contributed by Dq82 - 2018/6/3 - 12:58



Main Page

Please report any error in lyrics or commentaries to antiwarsongs@gmail.com

Note for non-Italian users: Sorry, though the interface of this website is translated into English, most commentaries and biographies are in Italian and/or in other languages like French, German, Spanish, Russian etc.




hosted by inventati.org