Language   

Dommage

Bigflo & Oli
Language: French

List of versions


Related Songs

Personne
(Bigflo & Oli)
Papaoutai
(Stromae)
Ferme les yeux
(Bigflo & Oli)


Album La Vraie Vie (2017)
Prodotto da Stromae

Pauline


Meglio vivere con i rimorsi che con il rimpianto, meglio osare e sbagliare che vivere nel rimpianto di quello che non si ha avuto il coraggio di fare.

Questa è la morale della canzone esemplificata dalle storie di quattro personaggi: il timido Louis che non ha il coraggio di parlare alla ragazza incontrata sull'autobus e non la rivedrà mai più, Yasmine che avrebbe potuto diventare una cantante ma asseconda le pressioni della famiglia e si ritrova a lavorare in fabbrica, Diego che affonda nella solitudine e nella depressione e rimane chiuso in casa perdendo l'occasione di vivere, e infine Pauline che non ha il coraggio di lasciare l'uomo che la picchia e finisce uccisa dal marito.
Louis prend son bus, comme tous les matins
Il croisa cette même fille, avec son doux parfum
Qu'elle vienne lui parler, il espère tous les jours
Ce qu'il ressent au fond d'lui, c'est ce qu'on appelle l'amour
Mais Louis, il est timide et elle, elle est si belle
Il ne veux pas y aller, il est collé au fond d'son siège
Une fois elle lui a souri quand elle est descendu
Et depuis ce jour là, il ne l'a jamais revue

Ah il aurait dû y aller, il aurait dû le faire, crois-moi
On a tous dit : "Ah c'est dommage, ah c'est dommage, c'est p't'être la dernière fois"

Yasmine a une belle voix, elle sait qu'elle est douée
Dans la tempête de sa vie, la musique est sa bouée
Face à ses mélodies, le monde est à ses pieds
Mais son père lui répétait: "Trouve-toi un vrai métier"
Parfois elle s'imagine sous la lumière des projecteurs
Sur la scène à recevoir les compliments et les jets de fleurs
Mais Yasmine est rouillée, coincée dans la routine
Ça lui arrive de chanter quand elle travaille à l'usine

Ah elle aurait dû y aller, elle aurait dû le faire, crois-moi
On a tous dit : "Ah c'est dommage, ah c'est dommage, c'est p't'être la dernière fois"
Ah elle aurait dû y aller, elle aurait dû le faire, crois-moi
On a tous dit : "Ah c'est dommage, ah c'est dommage, c'est p't'être la dernière fois"

Diego est affalé au fond du canapé
Il engueule son p'tit frère quand il passe devant la télé
Ses amis sont sortis, il ne les a pas suivis
Comme souvent seul, la Lune viendra lui tenir compagnie
Diego est triste il ne veut rien faire de sa nuit
Il déprime de ne pas trouver la femme de sa vie
Mais mon pauvre Diego, tu t'es tellement trompé
C'était à cette soirée que t'allais la rencontrer

Ah il aurait dû y aller, il aurait dû le faire, crois-moi
On a tous dit : "Ah c'est dommage, ah c'est dommage, c'est p't'être la dernière fois"

Pauline elle est discrète, elle oublie qu'elle est belle
Elle a sur tout le corps des tâches de la couleur du ciel
Son mari rentre bientôt, elle veut même pas y penser
Quand il lui prend le bras, c'est pas pour la faire danser
Elle repense à la mairie, cette décision qu’elle a prise
A cette après midi où elle avait fait sa valise
Elle avait un avenir, un fils à élever
Après la dernière danse, elle s'est pas relevée

Ah elle aurait dû y aller, elle aurait dû le faire, crois-moi
On a tous dit : "Ah c'est dommage, ah c'est dommage, c'est p't'être la dernière fois"
On a tous dit : "Ah c'est dommage, ah c'est dommage, ah c'est dommage, ah c'est dommage"
On a tous dit : "Ah c'est dommage, ah c'est dommage, ah c'est dommage, ah c'est dommage"

Ah elle aurait dû y aller, elle aurait dû le faire, crois-moi
On a tous dit : "Ah c'est dommage, ah c'est dommage, c'est p't'être la dernière fois"
Ah elle aurait dû y aller, elle aurait dû le faire, crois-moi
On a tous dit : "Ah c'est dommage, ah c'est dommage, c'est p't'être la dernière fois"

Vaut mieux vivre avec des remords qu'avec des regrets
Vaut mieux vivre avec des remords qu'avec des regrets
Vaut mieux vivre avec des remords qu'avec des regrets
Vaut mieux vivre avec des remords c'est ça le secret

Contributed by Loretta & Valentina dal cortile di Ferney-Voltaire - 2018/5/3 - 22:37



Language: Italian

Traduzione italiana di Lorenzo Masetti basata su quella di Silvia su Lyrics Translate
CHE PECCATO

Louis prende l'autobus, come ogni mattina
Ha incrociato quella ragazza dal profumo così dolce
Ogni giorno spera che lei gli rivolga la parola
Quel che sente dentro di sé, è quella cosa chiamata amore
Ma Louis è timido e lei, lei è così bella
Non le si vuole avvicinare, resta incollato al proprio posto
Una volta, lei gli ha sorriso mentre scendeva
E da quel giorno non l'ha più rivista

Ah, le si sarebbe dovuto avvicinare, avrebbe dovuto farlo, dammi retta
A tutti è capitato di dire: "Ah, che peccato, ah, che peccato, magari questa è l'ultima volta"

Yasmine ha una bella voce, lo sa di avere talento
Nelle tempeste della vita, la musica è la sua ancora di salvezza
Di fronte alle sue melodie ha il mondo ai suoi piedi
Ma suo padre le ripeteva: "Trovati un vero lavoro "
A volte, sogna di trovarsi sotto le luci della ribalta
Sul palcoscenico, a ricevere complimenti e mazzi di fiori
Ma Yasmine è bloccata, prigioniera della routine
Qualche volta le capita di cantare mentre lavora in fabbrica

Ah, avrebbe dovuto andarsene, avrebbe dovuto farlo, dammi retta
A tutti è capitato di dire: "Ah, che peccato, ah, che peccato, magari questa è l'ultima volta"
Ah, avrebbe dovuto andarsene, avrebbe dovuto farlo, dammi retta
A tutti è capitato di dire: "Ah, che peccato, ah, che peccato, magari questa è l'ultima volta"

Diego è stravaccato sul divano
Impreca contro il fratello minore quando passa davanti alla TV
I suoi amici sono usciti, lui non è andato con loro
Se ne sta spesso da solo, verrà la luna a tenergli compagnia
Diego è triste, non vuole fare niente stasera
Teme di non riuscire a trovare la donna della sua vita
Ma, povero Diego, hai commesso un grosso errore
È proprio questa sera che l'avresti incontrata

Ah, sarebbe dovuto andare, avrebbe dovuto farlo, dammi retta
A tutti è capitato di dire: "Ah, che peccato, ah, che peccato, magari questa è l'ultima volta"

Pauline è riservata, dimentica di essere bella
Il suo corpo è cosparso di aloni color del cielo
Suo marito tornerà presto, non vuole nemmeno pensarci
Quando le prende il braccio, non è per farla ballare
Ripensa al municipio, alla decisione che aveva preso
A quel pomeriggio in cui aveva preparato la valigia
Aveva un futuro, un figlio da crescere
Ma dopo l'ultimo ballo, non si è più rialzata

Ah, avrebbe dovuto andarsene, avrebbe dovuto farlo, dammi retta
A tutti è capitato di dire: "Ah, che peccato, ah, che peccato, magari questa è l'ultima volta"
A tutti è capitato di dire: "Ah, che peccato, ah, che peccato, ah, che peccato, ah, che peccato"
A tutti è capitato di dire: "Ah, che peccato, ah, che peccato, ah, che peccato, ah, che peccato"

Ah, avrebbe dovuto andarsene, avrebbe dovuto farlo, dammi retta
A tutti è capitato di dire: "Ah, che peccato, ah, che peccato, magari questa è l'ultima volta"
Ah, avrebbe dovuto andarsene, avrebbe dovuto farlo, dammi retta
A tutti è capitato di dire: "Ah, che peccato, ah, che peccato, magari questa è l'ultima volta"

È meglio vivere con i rimorsi che con i rimpianti
È meglio vivere con i rimorsi che con i rimpianti
È meglio vivere con i rimorsi che con i rimpianti
È meglio vivere con i rimorsi, è questo il segreto

Contributed by Lorenzo - 2018/5/5 - 00:05


delicata e struggente

Alfredo Corsaro - 2018/5/5 - 08:03



Main Page

Please report any error in lyrics or commentaries to antiwarsongs@gmail.com

Note for non-Italian users: Sorry, though the interface of this website is translated into English, most commentaries and biographies are in Italian and/or in other languages like French, German, Spanish, Russian etc.




hosted by inventati.org