Lingua   

World on Fire

Sarah McLachlan


Lingua: Inglese


Ti può interessare anche...

Whatever Will Be Will Be
(Tom Fairnie)
A Street
(Leonard Cohen)
Bin Laden
(Immortal Technique)


(2003)
Album: Afterglow
World On Fire

World On Fire è una canzone che può essere accostata a My City Of Ruins (nonostante questa non origini da, ma reinterpreti l'evento) di Springsteen e New New York dei Cranberries nel raccogliere un'impressione di enorme spaesamento prodotta dall'attacco alle torri gemelle dell'11 settembre 2001.

Il testo è stato scritto in collaborazione con Pierre Marchand, storico produttore di Sarah Mclachlan; per il video l'autrice lavorò con Sophie Muller per dimostrare come anche un video prodotto con un budget limitato possa spostare finanziamenti verso i paesi emergenti.
Hearts are worn in these dark ages
You're not alone in this story's pages
Night has fallen amongst the living and the dying
And I try to hold it in, yeah I try to hold it in

The world's on fire and
It's more than I can handle
I dive into the water
(I try to bring my share)
I try to bring more
More than I can handle
(Bring it to the table)
Bring what I am able

I watch the heavens and I find a calling
Something I can do to change what's coming
Stay close to me while the sky is falling
Don't wanna be left alone, don't wanna be alone

The world's on fire and
It's more than I can handle
I dive into the water
(I try to bring my share)
I try to bring more
More than I can handle
(Bring it to the table)
Bring what I am able

Hearts break, hearts mend
Love still hurts
Visions clash, planes crash
Still there's talk of
Saving souls, still the cold
Is closing in on us

We part the veil on Archille's sun
Stray from the straight line on this short run
The more we take, the less we become
A fortune of one that means less for some

The world's on fire and
It's more than I can handle
I dive into the water
(I try to bring my share)
I try to bring more
More than I can handle
(Bring it to the table)
Bring what I am able

The world's on fire and
It's more than I can handle
I dive into the water
(I try to bring my share)
I try to bring more
More than I can handle
(Bring it to the table)
Bring what I am able

inviata da Claudia Secci - 22/4/2018 - 09:54



Lingua: Italiano

Versione italiana di Claudia Secci
MONDO IN FIAMME

I cuori sono logori in questi tempi bui
Non sei solo nelle pagine di questa storia
E' calata a notte tra i vivi e i morenti
E io cerco di trattenere tutto, sì, cerco di trattenerla

Il mondo è in fiamme
E' più di quanto io possa reggere
Attingo all'acqua
(Cerco di portarne la mia parte)
Cerco di portarne di più
Più di quanto possa reggerne
(Portarla alla tavola)
Portare quello che posso

Guardo il cielo ma non sento una vocazione
Qualcosa che possa fare per cambiare il corso degli eventi
Restami vicino mentre sta crollando il cielo
Non voglio essere lasciata sola, non voglio essere sola

Il mondo è in fiamme
E' più di quanto io possa reggere
Attingo all'acqua
(Cerco di portarne la mia parte)
Cerco di portarne di più
Più di quanto possa reggerne
(Portarla alla tavola)
Portare quello che posso

I cuori si spezzano, i cuori guariscono
L'amore fa ancora male
Visioni collidono, aerei si schiantano
Si parla ancora
Di salvare anime, ancora il freddo
Si stringe intorno a noi

Noi laceriamo il velo di un sole assassino
Deviamo dalla retta via in questa breve corsa
Più prendiamo, meno diventiamo
La ricchezza di un uomo significa la miseria di molti

Il mondo è in fiamme
E' più di quanto io possa reggere
Attingo all'acqua
(Cerco di portarne la mia parte)
Cerco di portarne di più
Più di quanto possa reggerne
(Portarla alla tavola)
Portare quello che posso

inviata da Claudia Secci - 22/4/2018 - 10:10



Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org