Lingua   

Canzone per Giulio

Gerardo Attanasio
Lingua: Italiano



Partisti per passione
Conoscere, capire
un mondo
Forse indegno del tuo amore
E certo lo sapevi
che ci si può far male,
che la fiducia è un bene
da dosare
ma questa verità
è un piccolo pensiero
che non s’attaglia
a un animo guerriero:
paura, diffidenza,
panico e sgomento
non sono cose da tenere in conto.

Partisti perché è giusto
Supporre, costruire
Un futuro
Che sia bello da inseguire
E mettersi d’impegno,
Non risparmiare cuore,
Lasciando ad altri il fumo
Di parole…
Ma questo è un posto strano
In cui non ti conviene
Eccellere,
scalzare le barriere
… e c’è una cosa ancora
che non è digerita:
qui la mediocrità salva la vita.

La storia va al di là
Dell’anima di ognuno
rimescola ostinata
Le carte di ciascuno
Si serve delle vite
Di singole persone
Per intrecciare trame
Che chiami confusione

Partisti per seguire
Il filo di un’idea
Che illuminasse a giorno
Le ombre della sera.
Andasti per cercare
La giusta soluzione
Ma ad aspettarti in fondo
Nient’altro che dolore.
Serene, indifferenti
bruciavano le stelle
sui lividi segnati sulla pelle.
Epilogo tremendo:
calunnie e poi rancore,
l’autografo meschino
Del potere.

La storia va al di là
Dell’anima di ognuno
rimescola ostinata
Le carte di ciascuno
Si serve delle vite
Di singole persone
Per intrecciare trame
Che chiami confusione.

Chissà dov’era Dio
quando sulla tua faccia
picchiava tutto il male
battendo come pioggia.
Chissà dov’ero io
Come tant’altra gente
a correre distratto
vigliacco, indifferente.


Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org