Language   

Quella sera al Leoncavallo...

Cristina "piccola" e Salvino "LiberaMente" Sagone
Language: Italian



Quella sera al Leoncavallo
quella sera maledetta
quando la gente
aveva una gran fretta
qualcuno quella fretta
l'aveva per sparare
sparare a Fausto e Iaio
e il tempo per scappare

Poi tutta la cosa
passò nell'anonimato
ma sopra la mia testa
è come un carro armato
e sento la rabbia
uscire sempre più
vorrei solo vedere
quei porci a testa in giù

Forse sarà
forse chissà
forse la droga
o la malvagità
”Tra bande rivali
succede anche questo
lo sapevate,
non c'è nulla di onesto.”


Ma cosa dici serva TV
serva di quello che paga di più
”Commossi noi siamo
per Aldo Moro
e per la scorta
ammazzata in via Fani”

e Fausto e Iaio
eran figli di cani.

Poi scendere in piazza
quel lunedì triste
con i compagni
e tanta altra gente
piangere, urlare
sempre più forte
un solo sussurro
quello della morte

Ma ancora una volta
li senti dire
che i boss della droga
li han fatti morire
Ma noi sappiamo
che non è vero
perché quel boss
è dipinto di nero

Garofani rossi
garofani bianchi
gettan con rabbia
i compagni stanchi
ma ancora una volta
stateci a sentire
perché i cani assassini
dovranno morire

Ma ancora una volta
stateci a sentire
perché i cani assassini
dovranno morire.


Main Page

Please report any error in lyrics or commentaries to antiwarsongs@gmail.com

Note for non-Italian users: Sorry, though the interface of this website is translated into English, most commentaries and biographies are in Italian and/or in other languages like French, German, Spanish, Russian etc.




hosted by inventati.org