Lingua   

Ghemmà

Fausto Mesolella



Se vuoi uccidere i miei amici
Diventerò leone
Se vuoi spaventarli
Più forte ruggirò
Se la tua giungla è spietata
Imparerò a nascondermi
Se hai armi più grandi
Più forte io correrò
Ghemmaaa
Ne touche pas mon pote [1]
Hapana aya harambè [2]

Se vuoi rubarmi l’acqua
Diventerò un diavolo pesce
Salirò alla sorgente
Col fiume parlerò
E lui verserà su di te
Il suo fango e la sua fredda corrente
Per quanto tu sia avido
Un coccodrillo lo è più di te
Ghemmaaa
Ne touche pas mon pote
Hapana aya harambè

Se vuoi chiudermi in prigione
Diventerò un colorato uccello
Volerò per boschi e pianure
E racconterò di te
Mille uccelli verranno
A beccarti gli occhi e il cuore
Per quante sbarre puoi costruire
Tante mani le scuoteranno
Ghemmaaa
Ne touche pas mon pote
Hapana aya harambè

Se vuoi cacciarmi dalla tua terra
Dimmi perché vuoi farlo
Ho mani per lavorare
E cuore per voler bene
Nessuno ho mai lasciato
Fuori dalla mia capanna
Anche se mi odi un giorno
Accoglierò anche te
Ghemmaaa
Ne touche pas mon pote
Hapana aya harambè

Se vuoi uccidere il mio amico
Ruggirò come un leone
Se vuoi rubarmi l’acqua
Un pesce diavolo diventerò
Se vuoi chiudermi in prigione
Scapperò come un uccello
Se vuoi cacciarmi dalla mia terra
Ragno e serpente io sarò
Ma io sono un uomo e tu sei un uomo
E se tu lo dimentichi
Io mai lo dimenticherò
Ghemmaaa
Ne touche pas mon pote
Hapana aya harambè
[1] In francese (scorretto): "Non ti azzardare a toccare il mio amico".

[2] In swahili: "(Però) nessuno lo fa"


Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org