Language   

Le promesse del mondo

Flavio Giurato
Language: Italian


Related Songs

Ponte Salario
(Flavio Giurato)
Storia di un’osteria
(Flavio Giurato)
Silvia Baraldini
(Flavio Giurato)


(2018)

Flavio Giurato


Credo che in questi giorni questo brano tratto dall'ultimo album di Flavio Giurato, di cui è la title track, sia attualissimo. Con il suo stile fatto di ripetizioni sia liriche che musicali, con parole essenziali che più che descrivere una situazione la evocano ("Ci sta 'o niro sprangato, ci sta 'o niro sprangato, / le promesse del mondo L'hanno mezzo ammazzato", "sul barcone incendiato ma chi cazzo ha partorito? / Buttalo a mare che non ha pagato", "Il natante avvistato, il natante incrociato, il natante abbordato, / la situazione appare disumana, / coraggio cazzo, siamo la Marina Militare Italiana"), Giurato a mio parere ha mostrato come si possa fare nel 2018 una canzone politica con un nuovo linguaggio.
È arrivato 'o lavoro
è arrivato 'o lavoro
è arrivato a chi ha fame
Me compro 'e salsicce
E me compro 'o pane

Ci sta 'o niro sprangato (ci sta 'o niro sprangato)
Ci sta 'o niro sprangato (ci sta 'o niro sprangato)
Le promesse del mondo
L'hanno mezzo ammazzato

è arrivato 'o lavoro (è arrivato 'o lavoro)
Sto col collo piegato
Sto col collo piegato (sto col collo piegato)
Sto col collo piegato (sto col collo piegato)
E rinnovo l'opzione
Su questo pelato

Le promesse del mondo
Le promesse del mondo
Le vedo ora
Che il viaggio è naufragato

Sul barcone incendiato (sul barcone incendiato)
Ma chi cazzo ha partorito? (ma chi cazzo ha partorito?)
Buttalo a mare (buttalo a mare)
Che non ha pagato

Per barcone incendiato
E inevitabilmente derivante in mare
C'è la marina
Marina militare

Il natante avvistato
Il natante incrociato
Il natante abbordato
La situazione
Appare disumana
Coraggio cazzo
Siamo la Marina Militare Italiana

Operativa al largo della costa ragusana
Operativa al largo della costa ragusana
Con il trasporto più sincero
Dragamine Centauro e nave da guerra
San Pietro e Paolo

è arrivato il lavoro
Sto col collo piegato
Sto col collo piegato
E trasmetto respiro
Al bimbo annegato

Le promesse del Mondo
Le vedo ora
Che il viaggio è naufragato

è arrivato 'o lavoro
è arrivato a chi ha fame
Me compro e' salsicce
E me compro o' pane

è arrivato o' lavoro
è arrivato a chi ha fame
Me compro e' salsicce
E me compro o' pane

E la notte è lunga la notte gira
Sulla portaelicotteri Giorgio La Pira
Che premi un bottone e schiacci un pedale
E diventa d’incanto una nave ospedale
Scruto l’orizzonte del dolore e della rabbia
Mi accendo un’altra miccia e resto di guardia
Guardia marina Safiero Pasquale
La notte è lunga e noi stiamo sul mare
Operativi al largo della costa ragusana
Pattugliamento pattugliamento
Operativi al largo della costa ragusana
Pattugliamento pattugliamento
Operativi al largo del quadrante quattro zero
Rilevamento rilevamento
Che poi delimita soltanto un grande cimitero
Avvistamento avvistamento
Rilevamento uno quattro zero
Unità soccorsa al traino
Tensionamento tensionamento prima cima
Unità soccorsa al traino
Tensionamento tensionamento seconda cima
Alla via così Centauro
E terza cima di sicurezza
Alla via così Centauro

La notte è lunga la notte gira
Sulla portaelicotteri Giorgio La Pira
Che premi un bottone e schiacci un pedale
E diventa d’incanto una nave ospedale
Scruto l’orizzonte del dolore e della rabbia
Mi accendo un’altra miccia e resto di guardia
Guardia marina Safiero Pasquale
La notte è lunga e noi stiamo sul mare
Non so se è giorno o notte americana
Coraggio cazzo
Siamo la Marina Militare Italiana
Io non so se è giorno o notte americana
Coraggio cazzo
Siamo la Marina Militare Italiana

è arrivato il lavoro
è arrivato a chi ha fame
Me compro e' salsicce
E me compro o' pane

è arrivato o' lavoro
è arrivato a chi ha fame
Me compro e' salsicce
E non so

Non so se è giorno o notte americana
Nell’entroterra
Spacciano i residui
Della carne umana
Io non so se è giorno o notte americana
Nell’entroterra
Spacciano i residui
Della carne umana

è arrivato ‘o lavoro
è arrivato a chi ha fame
Me compro e’ salsicce
E me compro o’ pane

Sto col collo piegato (sto col collo piegato)
Sto col collo piegato (sto col collo piegato)
Sto col collo piegato (sto col collo piegato)
E rinnovo l’azione
Su questo pelato

Le promesse del Mondo le vedo ora
Che il viaggio è naufragato

E non so se è giorno o notte americana
Nell’entroterra
Si scarica il residuo
Della carne umana

Tu a cantare con tuo padre non ci vai mai
Le promesse del Mondo quante ne sai

Sto col collo piegato
Sto col collo piegato
E rinnovo l'azione
Raccolgo il pelato

Contributed by Vito Vita - 2018/2/6 - 02:36



Main Page

Please report any error in lyrics or commentaries to antiwarsongs@gmail.com

Note for non-Italian users: Sorry, though the interface of this website is translated into English, most commentaries and biographies are in Italian and/or in other languages like French, German, Spanish, Russian etc.




hosted by inventati.org