Language   

Inno dei Prigionieri italiani di Hammerstein

Lorenzo Lugli
Language: Italian



Scende la neve nel cuor della notte
sopra i cancelli del crudo Hammerstein,
tremo dal freddo e penso alla sorte
che m’ha portato il più grande dolor!

Poi nel silenzio rammento il passato
e desolato mi metto a dormir;
vola nel buio il pensiero alla mamma,
la ninna nanna mi sento cantar:

“Fanciullo, io conosco il dolore
che tanto ti rattrista il cammin,
ricorda la tua casa e l’amore,
per ora segui pure il destin.

Se un giorno tornerai fra le braccia,
insieme scorderemo il soffrire;
intanto prega sempre il Signore,
e nel pregare non ti scordare
della tua mamma quaggiù!

La mamma ti ricorda nel pianto
e sempre, in ogni istante t’aspetta.
È sola nella triste casetta,
ma sa che un giorno, al tuo ritorno,
tu la potrai consolar!”.


Main Page

Please report any error in lyrics or commentaries to antiwarsongs@gmail.com

Note for non-Italian users: Sorry, though the interface of this website is translated into English, most commentaries and biographies are in Italian and/or in other languages like French, German, Spanish, Russian etc.




hosted by inventati.org