Lingua   

Oppure no

Alessandro Bono
Lingua: Italiano



Verrà un giorno in cui vivrò
in un paese senza più frontiere
dove non si guarderà al futuro
come chiuso sotto ad un bicchiere

Verrà un giorno e sentirò
il vento caldo dei nuovi cambiamenti
in un attimo saranno qui
ma poi saremo tutti quanti pronti?

Con fatica ma sapremo
capir davvero cos’è la religione
qualsiasi fede chiunque avrà
si accetterà perché va bene ed ha ragione.

Oppure no
io questo non lo so

Oppure no
ed io perciò mi lascio vivere.

E quando credi che l’amore tuo
è solido come un bel sasso
poi per un’occhiata appena
ti senti un materasso

Verrà il giorno in cui sarai
col sedere grosso come una balena
io come adesso ti amerò
che hai un fisico da sirena.

Oppure no
io questo non lo so.

La risposta amore mio
è nascosta nel tempo
e ogni giorno che va via
è un quadro che appendo

Mi piace vivere

E se talvolta pensi che
tu non sei molto importante
consolati perché sul ponte
c’è tutto il resto della gente

E quindi amica mia
tranquilla ci sono anch’io
e questo sporco mondo questa volta
è giunto infine ad una svolta.

Oppure no
io questo non lo so

Oppure no

La risposta amore mio
la stiamo vivendo
e ogni giorno che va via
è un quadro che appendo.

E se a volte pensi che tu
tu non sei molto importante
consolati perché sul ponte
c’è tutto il resto della gente

E quindi amica mia
tranquilla ci sono anch’io
e questo sporco mondo questa volta
è giunto infine ad una svolta.

Oppure no

La risposta amore mio
la stiamo vivendo
e ogni giorno che va via
è un quadro che appendo.

Oppure no
Oppure no
Oppure no.


Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org