Lingua   

Andreas Gryphius: Menschliches Elende

GLI EXTRA DELLE CCG / AWS EXTRAS / LES EXTRAS DES CCG
Lingua: Tedesco

Lista delle versioni e commenti

Guarda il video

Musica del compositore contemporaneo John Stone. Voci soprano: Jolle Greenleaf e Amaranta Viera.



Cerca altri video su Youtube


[1637]
Versi di Andreas Gryphius, nella raccolta intitolata "Lissaer Sonette", pubblicata nel 1637.
Un brano caro a parecchi gruppi metal teutonici, ma interpretato in musica anche da Barbara Sukowa, attrice prediletta del regista tedesco "maledetto" Reiner Werner Fassbinder. Nell'album "Devouring Time" del 2010, con il gruppo jazz avantgarde The X-Patsys.

Devouring Time

Il poeta e drammaturgo tedesco aveva nel 1637 solo 21 anni, eppure il suo sguardo era già quello di un vecchio al termine dell'esistenza... Ciò che può produrre sulla psiche umana l'attraversamento di un lungo periodo oscuro e feroce come fu quello della Guerra dei 30 anni, in cui Gryphius e i suoi contemporanei furono loro malgrado sprofondati per quasi tutta la vita...


Was sind wir Menschen doch! Ein Wohnhaus grimmer Schmerzen,
Ein Ball des falschen Glücks, ein Irrlicht dieser Zeit,
Ein Schauplatz herber Angst, besetzt mit scharfem Leid,
Ein bald verschmelzter Schnee und abgebrannte Kerzen.

Dies Leben fleucht davon wie ein Geschwätz und Scherzen.
Die vor uns abgelegt des schwachen Leibes Kleid
Und in das Toten-Buch der großen Sterblichkeit
Längst eingeschrieben sind, sind uns aus Sinn und Herzen.

Gleich wie ein eitel Traum leicht aus der Acht hinfällt
Und wie ein Strom verscheußt, den keine Macht aufhält,
So muß auch unser Nam, Lob, Ehr und Ruhm verschwinden.

Was itzund Athem holt, muß mit der Luft entfliehn,
Was nach uns kommen wird, wird uns ins Grab nachziehn.
Was sag ich? Wir vergehn wie Rauch von starken Winden.

inviata da Bernart Bartleby - 4/1/2018 - 14:34




Lingua: Inglese

Traduzione inglese di Scott Horton trovata su Harper's Magazine
HUMAN MISERY

What indeed are men! A dwelling place for grim pains,
A ball of false fortune, a will-o’-the-wisp of their times,
A stage of bitter fear, set with sharp pain,
A quickly melting snow and burnt-out candles.

These lives flee from us like gossip and gestures,
Which before us have removed the gown of a weak body
Have been enrolled in the book of the dead, of the
Great Mortality, and to us are now vanishing memories.

Like a vain dream which easily passes from our attention
And closes up, like a current which no power can resist,
Thus must our name, praise, honor and fame also disappear.

What now draws breath must also escape with the air,
What will follow us will trail after us into the grave.
What am I saying? We are transitory, like smoke before a strong wind.

inviata da Bernart Bartleby - 4/1/2018 - 14:34




Lingua: Italiano

Traduzione italiana di Enrico De Angelis da "Andreas Gryphius. Notte lucente notte", Marsilio 1993
MISERIA UMANA

Che siamo mai noi uomini! Sede di tetre pene,
trottola della sorte, fuoco fatuo del tempo.
Teatro di paura amara, invaso di aspro duolo,
neve presto svanita, candele consumate.

La vita se ne fugge come chiacchera e scherzo.
Chi anzi noi ha svestito il corpo fragile
e nel funereo libro della gran morìa
da tempo è inscritto, via è da mente e cuore.

Come un sogno vano cade dalla memoria,
come si sperde un fiume non contenuto e stretto,
così nome, gloria, lodi e onori di noi scompariranno.

Quanto ora respira, svanirà pur con l’aria,
quanto dopo verrà, ci seguirà alla tomba.
Che dico? Come fumo svaniamo davanti a forti venti.

inviata da Bernart Bartleby - 4/1/2018 - 14:35



Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org